EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sunak c'è. Il candidato che fa paura a Johnson

L'ex cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak e la premier uscente Liz Truss
L'ex cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak e la premier uscente Liz Truss Diritti d'autore AP Photo/Kirsty Wigglesworth
Diritti d'autore AP Photo/Kirsty Wigglesworth
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Rishi Sunak rompe gli indugi. Rivelata la candidatura del contendente che spaventa Johnson. Entro domani la raccolta firme necessaria

PUBBLICITÀ

Con un volo notturno che mette fine alla sua vacanza ai Caraibi, Boris Johnson è atterrato a Londra. La sfida per la successione alla guida dei conservatori e del governo dopo il fallimento di Liz Truss è accettata. Ma tra la pista di Heathrow dove l'ex primo menistro è atterrato e le due di pomeriggio di lunedì 24 ci sono 100 firme da raccogliere tra i conservatori che siedono in Parlamento per poter comparire sulla scheda elettorale e tentare di riagguantare la leadership dei Tories.

L'ex premier è sostenuto da alcuni membri del suo vecchio gabinetto, tra cui l'ex ministro degli Interni Priti Patel, che sabato su Twitter ha affermato che "Boris ha il mandato per realizzare il nostro programma elettorale e una comprovata esperienza nel prendere le decisioni importanti".

La leader della Camera dei comuni Penny Mordaunt, che è stata la prima a dichiarare la sua candidatura per la corsa, è avvisata. Mordaunt ha promesso un nuovo inizio ai suoi colleghi di partito, ma resta la sfavorita. Il vero resta Rishi Sunak, L'ex cancelliere dello scacchiere del governo Konshon, che però non ha ancora annunciato la sua candidatura, nonostante in molti ritengono che le probabilità di raccogliere il sostegno di 100 deputati siano maggiori per lui rispetto agli altri due concorrenti. 

La Gran bretagna aspetta con ansia il suo nuovo primo ministro, ma la competizione è tutt'altro che definita. Se solo uno tra i tre riuscirà a superare la soglia dei sostenitori, il Paese conoscerà già lunedì il prossimo capo del governo. Se invece ci saranno altri sfidanti, sarà la votazione di venerdì 28 ottobre a determinare la nuova guida dell'esecutivo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Rishi Sunak, il politico più giovane e più ricco è il nuovo premier britannico

Regno Unito, Starmer vuole ricostruire le relazioni con l'Unione europea

"Questa legge sul Ruanda è crudele e disumana"