EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Caro bollette: parroco spegne luci campanile in Sardegna

"Politica trovi soluzione" e deve "fare in fretta"
"Politica trovi soluzione" e deve "fare in fretta"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ORISTANO, 10 OTT - Da circa un mese il campanile della Chiesa di Santa Sofia V.M., un edificio di culto in stile romanico risalente alla metà del 1700, è spento. I led non illuminano più la torre campanaria, con tanto di orologio, che resta al buio per una scelta precisa del parroco di San Vero Milis - 2400 abitanti nella provincia di Oristano - che ha voluto così "accendere i riflettori sul problema del caro bollette". "Non si può non comunicare questo disagio pressante - dice all'ANSA il parroco don Ignazio Serra, che è anche delegato diocesano e incaricato regionale per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport, oltre ad essere giornalista pubblicista - e allora ci siamo chiesti come comunicare e la risposta è stata: spegnendo le luci per accendere l'attenzione su questo dramma che stanno vivendo diverse categorie, dalle case di risposo alle piccole botteghe o chi fa sport non agonistico, o le famiglie e tante micro situazioni che oggi rischiano di trovarsi in seria difficoltà". Un'idea mutuata dall'artista Christo che impacchettava i monumenti per valorizzarli: "Noi abbiamo spento per accendere, all'interno di un'iniziativa che abbiamo voluto denominare 'M'illumino di niente' - spiega ancora don Serra - Stiamo vivendo una situazione che si può rivelare drammatica per le nostre famiglie che spesso sono monoreddito e che rischiano di rimanere senza nulla se il datore di lavoro deve licenziare perché non riesce a rientrare nei costi per il caro bollette: è una catena nella quale si perdono posti di lavoro. Già guardando nel nostro piccolo, in parrocchia arrivano 7 bollette tra la Chiesa e altri edifici annessi e abbiamo pagato sempre tra le 700 e gli 800 euro, ora siamo preoccupati per quello che può accadere". "E mi preoccupa sentire che i sindaci dicono che spegneranno un lampione su tre, perché c'è anche un problema di sicurezza nelle nostre città. La soluzione deve arrivare dall'alto, da chi ha il potere politico che non deve essere distratto da altre questioni e deve fare in fretta", conclude. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Austria, i migranti dovranno lavorare per 10 ore a settimana per mantenere diritti e sussidi

L'Albania brucia con l'estate e i pompieri non hanno mezzi: l'Ue interviene contro gli incendi

Regno Unito, Starmer vuole ricostruire le relazioni con l'Unione europea