This content is not available in your region

L'America Latina impazzisce per le figurine Panini

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Album Panini
Album Panini   -   Diritti d'autore  AFP   -  

Alcuni spendono il loro intero stipendio, molti fanno la fila fin dalle prime ore del mattino e altri accettano solo figurine stampate in Italia, la patria dell'album della Coppa del Mondo che fa impazzire i latinoamericani.

L'album Panini della Coppa del Mondo, che questa volta si terrà in Qatar, sta suscitando un grande clamore in una regione che spera che Lionel Messi o Neymar spezzino l'egemonia europea dopo 20 anni.

"Mio padre mi è andato a comprare tre pacchetti di figurine. Li abbiamo aperti in macchina perché eravamo ansiosi di sapere cosa ci avremmo trovato. Ho aperto il pacchetto e ho visto "Argentina 19" e basta. A quel punto ho capito che si trattava di Messi. Ero emozionato, ero molto felice. Così l'ho mostrato a tutti i miei amici e l'ho inserita, ce l'ho lì nell'album", racconta Tiziano Orselli venuto al Parco Rivadavia, Buenos Aires, per comprare le figurine.

Non appena sono state messe in vendita alla fine di agosto nei chioschi di tutto il paese, gli argentini si sono precipitati a comprare le figurine, causando una penuria che martedì ha mobilitato i massimi livelli del governo. Si è tenuto un incontro tra i rappresentanti nazionali dei chioschi e i direttori dell'azienda, il tutto sotto la supervisione del governo argentino nella Camera di Commercio.

"Sono arrivata alle 05:00 del mattino e vengo sempre, un po' di tempo fa ho scoperto che qui vendono le figurine, uno dei pochi posti dove si possono trovare in questo momento perché non sono disponibili da nessuna parte e in nessun luogo del paese. E qui le vendono al prezzo normale, al prezzo che dovrebbero avere. In altri posti sono molto più cari e non si trovano nemmeno", spiega Hilda Losada, pensionata e collezionista di figurine.

Raúl Vallecillo, responsabile Panini in Cile, afferma che le vendite in America Latina hanno superato le aspettative dell'azienda, fondata nella città italiana di Modena e il furore, secondo Vallecillo, è dovuto al fatto che probabilmente sarà l'ultima partecipazione di Messi (35 anni) e Cristiano Ronaldo (37 anni) a una Coppa del Mondo.