EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Nessuno dubita del risultato del referendum-farsa nell'Ucraina occupata

Image
Image Diritti d'autore DIMITAR DILKOFF/AFP
Diritti d'autore DIMITAR DILKOFF/AFP
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le autorità occupanti arrivano a casa degli elettori. In queste condizioni è impossibile garantire la segretezza e la regolarità del voto

PUBBLICITÀ

Le autorità di occupazione del Donbas affermano che è per motivi di sicurezza che i loro dipendenti che vanno porta a porta per convincere la gente a votare. A Mariupol e Donetsk, la televisione russa ha filmato queste scene per cercare di dare un'immagine di normalità. In realtà sembra difficile pensare che qualcuno, in queste condizioni, possa votare contro l'annessione.

I continui bombardamenti dell'artiglieria russa devastano intanto la parte ucraina di Zaporija. La centrale nucleare è tutt'altro che fuori pericolo.

Un seggio referendario protetto da un mercenario della Wagner come mostrato dalla tv russa

Così Volodymyr Zelensky, Presidente ucraino: "Il mondo reagirà agli pseudo-referendum: che saranno inequivocabilmente condannati e alla mobilitazione criminale che gli occupanti stanno attualmente cercando di portare avanti in Crimea e in altre parti dell'Ucraina, che per ora controllano.

Chi è contro i referendum è silenziato dalle tv russe

La Russia attende di annunciare i risultati, su cui nessuno dubita, prima di iniziare l'annessione dei territori occupati. Gli Stati Uniti annunciano che imporranno più sanzioni se ciò accade.

Uomini armati entrano nelle case degli elettori per il voto

Intanto la macchina propagandistica del Cremlino mostra immagini di cittadini felici di arruolarsi per andare in guerra, contrariamente a quanto si vede sui social network.

Per "garantire la sicurezza" uomini armati fino ai denti acompagnano le "brigate del voto"

In contrasto a questa narrazione però, sul confine terrestre russo-georgiano, tantissime persone potenzialmente mobilitate stanno sfuggendo al loro destino nella guerra di Putin con ogni mezzo necessario.

Così un giovane russo: "Panico, tutte le persone che conosco sono in preda al panico. La maggior parte delle persone non sa cosa fare, molti non possono andarsene. Oltre il 70% della popolazione non ha passaporti".

Da quando il presidente russo ha annunciato la mobilitazione, i prezi dei biglietti di sola andata per uscire dalla dalla Russia sono saliti alle stelle o sono esauriti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina: in crisi l'industria siderurgica

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky

Guerra in Ucraina: nel Donetsk ordinata l'evacuazione dei bambini, la Russia avanza su Chasiv Yar