EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Onu, al via a New York la 77esima assemblea generale

Antonio Guterres
Antonio Guterres Diritti d'autore AP Photo/Mary Altaffer
Diritti d'autore AP Photo/Mary Altaffer
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il segretario generale Guterres: "Non facciamoci illusioni", arriveranno ondate di malcontento globale

PUBBLICITÀ

Guerra in Ucraina, cirisi alimentare e impennata dei costi energetici. Ma anche gli strascichi legati alla pandemia e le sfide poste dal cambiamento climatico. Sono alcuni dei temi al centro della 77. Assemblea generale delle Nazioni Unite, riunita come sempre nel Palazzo di Vetro di New York in una sessione che durerà sei giorni.

Per aprire il dibattito il segretario generale Antonio Guterres ha usato toni molto franchi. "Non facciamoci illusioni. Siamo in un mare agitato. All'orizzonte si intravede un inverno segnato dal malcontento globale. L'aumento del costo della vita non si arresta, la fiducia si sgretola, le disuguaglianze aumentano e il pianeta brucia. Le persone soffrono e quelle più vulnerabili soffrono di più. La Carta delle Nazioni Unite e gli ideali che rappresenta sono in pericolo. Abbiamo il dovere di agire, ma siamo bloccati da una disfunzione colossale e globale".

Oltre agli interventi in plenaria (quello del premier italiano Draghi è previsto alle 21 ora locale), la diplomazia prevede anche numerosi incontri bilaterali come quello tra il presidente francese Macron e quello iraniano Raisi, con al centro le ambizioni nucleari di Teheran. Raisi ha fatto sapere di essere aperto a un buon accordo, ma ha chiesto garanzie che gli Usa non escano dall'intesa se dovesse cambiare il presidente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Trump colpevole per i pagamenti a Stormy Daniels: prima condanna a un ex presidente, pena a luglio

L'Assemblea Onu approva risoluzione per riconoscere lo Stato Palestinese

Usa: 300 arresti alla Columbia, manifestanti pro israeliani assaltano pro palestinesi alla Ucla