EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Al Sadr tenta di sedare la sommossa

Caos a Baghdad
Caos a Baghdad Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I seguaci di Muqtada Al Sadr contrariati dal suo abbandono della poltica attiva, avevano assaltato le sedi del governo. Adesso al Sadr ha chiesto loro di fermarsi

PUBBLICITÀ

Guerriglia urbana a Baghdad mentre il leader sciita iracheno Moqtada al Sadr ha intimato ai suoi seguaci armati di ritirarsi entro un'ora dalle strade dentro e attorno alla Zona Verde. Lo si apprende da un comunicato diffuso dallo stesso al Sadr, il quale ha confermato la sua decisione, annunciata i di ritirarsi "definitivamente" dalla vita politica che è del reso alle origini della sommossa.

Gli scontri

Granate anticarro e raffiche di mitragliatori sono state sparate nella Green Zone con le forze di sicurezza che hanno risposto al fuoco martedì. Ventitré sostenitori di Moqtada al Sadr sono stati uccisi e circa 380 persone sono rimaste ferite anche dai gas lacrimogeni. Le Nazioni Unite parlano di una "escalation molto pericolosa".  Persone in lutto hanno partecipato a un funerale collettivo per coloro che sono stati uccisi mentre le tensioni aumentano nel pieno di una crisi politica che ha lasciato il paese senza un nuovo governo. I seguaci del leader sciita Moqtada al-Sadr - che ha vinto le elezioni del 2021 senza avere però la maggioranza - si erano accampati davanti al Parlamento per quattro settimane per protestare contro dieci mesi di paralisi politica: uno stallo che non ha consentito all'assemblea parlamentare - molto frammentata - di formare un nuovo esecutivo.  Al-Sadr aveva iniziato uno sciopero della fame "fino a quando non cesserà la violenza" in Iraq. 

Il coprifuoco del JOC

L'Iraqi Joint Operations Command aveva proclamato il coprifuoco lunedì a Baghdad a fronte dei raduni spontanei scatenati dall'annucio del ritiro definitivo dalla politica irachena di Moqtada al Sadr.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, sostenitori di al Sadr passano la notte in Parlamento

Proteste a Baghdad: i manifestanti sfondano la zona verde

Proteste e crisi: Iraq senza pace