This content is not available in your region

La Cina è un "Paese per vecchi". La sua popolazione diminuirà prima del 2025

Access to the comments Commenti
Di Euronews  Agenzie:  AFP
euronews_icons_loading
Immagine d'archivio di anziani cinesi
Immagine d'archivio di anziani cinesi   -   Diritti d'autore  ELIZABETH DALZIEL/AP2005

La popolazione cinese inizierà a ridursi entro il 2025. Lo afferma la Commissione sanitaria nazionale, che sottolinea come intorno al 2035 la Cina dovrebbe diventare "un Paese di anziani", con circa un terzo della popolazione che avrà 60 anni o più.

Il declino demografico del Paese, che sta arrivando più velocemente del previsto, è una logica conseguenza della politica del controllo delle nascite, quella del "figlio unico" per intenderci, in vigore dal 1979 al 2016.

Negli ultimi anni Pechino ha cercato di invertire le sue politiche precedenti, stimolando un maggior numero di nascite, ma questi sforzi sono stati finora infruttuosi. Il Partito Comunista Cinese non nasconde le sue preoccupazioni: l'invecchiamento e il calo della popolazione rappresentano anche una minaccia al suo modello economico.