This content is not available in your region

"La colonizzazione è un male deplorevole"

Access to the comments Commenti
Di Alberto De Filippis
euronews_icons_loading
Immagine
Immagine   -   Diritti d'autore  Nathan Denette/The Canadian Press via AP

Papa Francesco ha pregato per superare i "terribili effetti della colonizzazione" mentre guidava un pellegrinaggio al Lac Sainte Anne in Canada questo martedì. È stata l'ultima apparizione pubblica nella regione di Alberta prima di dirigersi verso il Quebec. Il lago canadese è noto da secoli ai popoli indigeni come luogo sacro di guarigione. Ad un certo punto ha usato uno strumento tradizionale in legno con un pennello all'estremità per benedire la folla di persone.

La visita di sei giorni del pontefice in Canada serve a espiare il ruolo della Chiesa cattolica nella gestione delle scuole residenziali che hanno voluto assimilare forzatamente i bambini indigeni del Paese nella società cristiana.

Una sopravvissuta delle famigerate "scuole residenziali"

In precedenza Papa Francesco aveva presieduto la messa per decine di migliaia di canadesi in uno stadio di Edmonton.

Il Pontefice, 85 anni, ha scambiato la sua sedia a rotelle con una papamobile per salutare la folla entusiasta. L'atmosfera gioiosa segue gli eventi solenni di lunedì quando Francesco si è recato a Maskwacis per chiedere perdono ai sopravvissuti indigeni delle scuole residenziali in Canada, definendo il loro trattamento un "male deplorevole".