Un chilo di "coca" nello stomaco, corriere arrestato a Olbia

Fermato grazie al fiuto dei cani antidroga delle Fiamme Gialle
Fermato grazie al fiuto dei cani antidroga delle Fiamme Gialle
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) – OLBIA, 20 LUG – Grazie al fiuto dei tre cani
antidroga, Semia, Betty ed Ether, la Guardia di Finanza di Olbia
ha arrestato in porto un uomo di 36 anni, di origine nigeriana
ma residente nel Pisano, che trasportava all’interno del proprio
corpo 68 ovuli contenenti quasi un chilo di cocaina.
La scoperta è stata fatta durante i controlli allo sbarco di una
motonave proveniente da Livorno. Dopo un’ispezione personale del
soggetto, che mostrava uno stato di evidente agitazione, i
militari hanno accompagnato l’uomo all’ospedale Giovanni Paolo
II di Olbia, dove gli esami radiografici hanno evidenziato
numerosi corpi estranei presenti nell’apparato digerente. Una
volta espulsi, le Fiamme Gialle hanno verificato che all’interno
dei 68 ovuli era contenuta cocaina per complessivi 931 grammi.
L’uomo è stato quindi fermato con l’accusa di traffico di
sostanze stupefacenti e trasferito nella Casa di Reclusione
“Paolo Pittalis” di Tempio Pausania. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le forze russe combattute tra contrattaccare e ripiegare

Scattano le indagini per le cause del disastro del bus a Mestre

Le notizie del giorno | 04 ottobre - Serale