EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Melilla: la strage dei migranti, soffocati nella calca per superare il "muro"

Il "Muro" di Melilla. (24.6.2022)
Il "Muro" di Melilla. (24.6.2022) Diritti d'autore Javier Bernardo/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Diritti d'autore Javier Bernardo/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Di Cristiano TassinariEuronews - Ansa - Avvenire - Associated Press
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Almeno 18 vittime e 176 feriti nell'assalto dell'alba di venerdì alla barriera alta sei metri che divide il Marocco dall'enclave spagnola di Melilla. Si tratta del primo attraversamento di massa di migranti (oltre 130) dopo la normalizzazione delle relazioni tra Spagna e Marocco

PUBBLICITÀ

Tragico bilancio.

18 migranti sono morti soffocati nella calca mentre venerdi mattina hanno tentato, insieme ad altre migliaia, di entrare in territorio spagnolo dal Marocco, attraverso la barriera al confine con l'enclave di Melilla.

Almeno 176 i migranti rimasti feriti, di cui 13 in modo grave.

È accaduto all'alba di venerdi: oltre 2.000 migranti africani, soprattutto subsahariani, si sono avvicinati alla rete alta sei metri che separa Nador, in Marocco, da Mellila, territorio spagnolo. Ma qui si sono scontrati con la polizia marocchina, che ha tentato di fermarli. Ed è scoppiato il caos, da cui è scaturita la calca mortale, in una scena definita "apocalittica" dai testimoneti.

140 i feriti tra la polizia marocchina, 49 tra la Guardia Civil spagnola.

Alla fine, sono riusciti ad arrivare a Melilla solo 133 migranti, molti altri sono stati intercettati e rispediti indietro dalla Policia spagnola e dalla stessa Guardia Civil.

Javier Bernardo/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Lui ce l'ha fatta: è sul suolo spagnolo! (Melilla, 24.6.2022)Javier Bernardo/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Normalizzazione delle relazioni tra Spagna e Marocco

Si tratta del primo ingresso massiccio di migranti dalla normalizzazione delle relazioni tra Spagna-Marocco, dopo che il governo spagnolo ha deciso - facendo infuriare l'ex alleata Algeria - di appoggiare la proposta marocchina di autonomia per il territorio del Sahara Occidentale, ex colonia spagnola, annessa dal Marocco nel 1976.

In due giorni, all'inizio di marzo, più di 3.500 persone cercarono di scalare il muro che circonda Melilla e quasi 1.000 migranti riuscirono a superarlo, secondo le autorità spagnole.

L'anno scorso il Marocco aveva i controlli intorno a Ceuta, permettendo a migliaia di migranti di attraversare la Spagna. La mossa era stata considerata una ritorsione per la decisione della Spagna di permettere a Brahim Ghali, leader del movimento pro-indipendenza del Sahara Occidentale (Fronte Polisario), di essere curato per il Covid in un ospedale spagnolo.

Javier Bernardo/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Molte speranze muoiono qui. (Melilla, 24.6.2022)Javier Bernardo/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Immigrazione: da Melilla alla rotta balcanica, un anno di viaggi della speranza

Condanna internazionale e richiesta di indagini sul massacro di migranti a Melilla

Melilla, 230 migranti valicano barriera ed entrano in Spagna