EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Martellate alla moglie, la crede morta e si suicida

Gli indagati avrebbero favorito le attività del clan Longobardi
Gli indagati avrebbero favorito le attività del clan Longobardi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 20 GIU - Litiga in casa con la moglie e poi la colpisce con un martello gommato in testa, più volte, facendola crollare a terra. Dopo, credendola morta, è fuggito e si è suicidato. E' accaduto stamattina verso le 6:30 in zona Santa Maria a Filottrano (Ancona). I carabinieri della locale stazione, coordinati dalla Compagnia di Osimo, stavano cercando l'uomo, 52enne di origine moldava, per arrestarlo con l'accusa di tentato omicidio ma lo hanno trovato morto. La moglie, circa 50 anni, anche lei moldava, ha riportato gravi ferite è ricoverata in ospedale ad Ancona, in prognosi riservata, ma non è in pericolo di vita. Era stata proprio la donna, nonostante fosse ferita e sanguinante, a rialzarsi in piedi e a chiamare i carabinieri. Il 52enne, secondo le risultanze dei primi accertamenti dei carabinieri, non avrebbe accettato l'idea di separarsi dalla moglie, come lei avrebbe voluto. Sarebbe stata questa la molla, nella mente del marito, che avrebbe innescato l'aggressione alla moglie e poi il suicidio forse nella convinzione di averla uccisa. La pm Irene Bilotta non ha disposto l'autopsia ma sarà eseguita una ricognizione esterna del cadavere. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nuova Caledonia: sesta vittima durante le proteste

Maltempo in Europa: allerte per inondazioni in Germania e Francia

Guerra in Ucraina: diecimila sfollati nella regione di Kharkiv