Migranti: nove arresti a Torino per anomalie nelle pratiche

Viminale, più personale e task force per superare criticità
Viminale, più personale e task force per superare criticità
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 10 GIU - Nove persone sono finite in carcere a Torino con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio e per vari episodi di corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio. Secondo l'ipotesi dell'accusa, sussistono gravi indizi di colpevolezza in ordine all'esistenza di un'associazione per delinquere composta da cittadini italiani e stranieri, della quale sarebbero partecipi operatori dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Torino, tra cui due appartenenti alla polizia e un mediatore culturale. Gli investigatori, coordinati dalla Procura subalpina, hanno lavorato per chiarire alcune anomalie relative alle pratiche di rilascio o di rinnovo dei permessi di soggiorno per stranieri. Le misure cautelari sono state eseguite stamattina, emesse dal gip del Tribunale di Torino, su richiesta della Procura, dopo un'indagine della Squadra mobile della polizia. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Le notizie del giorno | 12 aprile - Serale