This content is not available in your region

Il mondo equino del Qatar: dai purosangue arabi ai destrieri campioni

Di Euronews
euronews_icons_loading
Il mondo equino del Qatar: dai purosangue arabi ai destrieri campioni
Diritti d'autore  euronews

I cavalli giocano un ruolo importante nella cultura del Qatar, specialmente la razza araba. Qatar365 ha scoperto di più sulla loro bellezza e resistenza, ha parlato con i concorrenti che cavalcano verso il successo e ha visitato un centro di educazione equina, dove vengono creati i futuri campioni.

L'educazione equina al suo meglio

Le scuderie a cinque stelle e il centro educativo di Al Shaqab ispirano l'amore per l'equitazione. Per ottenere un posto le liste d’attesa sono lunghissime. Abdulrahman Eisa Al Bukhari proviene da una famiglia di cavalieri e ha iniziato a praticare questo sport a nove anni. Ora, a sedici anni, ha ottenuto alcuni dei premi più ambiti nella sua categoria.

Euronews
L'allenamento del campioneEuronews
Incoraggio i nuovi cavalieri a continuare in questo sport perché si divertiranno e impareranno molte lezioni di vita.
Abdulrahman Eisa Al Bukhari,
campione di equitazione

Uno dei suoi allenatori, Benaissa Kennous, dice che il suo sogno è quello di vedere uno dei suoi studenti partecipare ai Giochi Olimpici. Un altro allenatore, Maysam AlShhab, crede che la chiave del successo di un cavaliere sia una forte complicità con il suo cavallo. Molti cavalieri dicono che si sentono particolarmente sicuri proprio per come il mozzo equestre d'elite tratta i loro potenti destrieri.

Le intuizioni dell'esperto di equitazione Al Shaqab incarnano una ricchezza di competenze equine. Khalid Al Jehani è il manager del dipartimento di allevamento e spettacoli dell'organizzazione, e dice che quando è stato fondato nel 1992, l'obiettivo principale era quello di riportare i cavalli arabi nella loro patria. Il team ha ora allevato con successo più di sette campioni del mondo.

euronews
Un momento dell'intervistaeuronews

Mettere in mostra cavalli e cavalieri campioni

L'organizzazione ospita anche alcune delle più grandi competizioni mondiali del calendario equestre, come CHI Al Shaqab. I cavalieri competono nelle discipline olimpiche del salto a ostacoli, del dressage e del para-dressage. È l'unico campionato del suo genere in Medio Oriente e nella regione asiatica. I cavalieri locali stanno lasciando il segno, come il campione di salto ostacoli, Mohammed Haidan, e il cavaliere di dressage del Qatar, Wejdan Al Malki, che dice: "Non avrei mai pensato che un giorno, da grande, sarei entrata in un'arena con i migliori cavalieri del mondo. Se posso farlo io, può farlo chiunque altro".

Il saltatore internazionale Shane Breen, dall'Irlanda, dice di essere rimasto impressionato dal percorso impegnativo del Longines Global Champions Tour di quest'anno, "la folla apprezza molto le nostre prestazioni. Siamo sul palcoscenico più importante, una delle migliori sedi al mondo ed è un piacere essere qui".

S. Safla
L'addestramentoS. Safla

Ci sono altre grandi competizioni in calendario. I cavalli arabi più pregiati al Katara International Arabian Horse Festival, vengono valutati sul loro speciale trotto fluttuante, la forma, la grazia e il feeling con i loro conduttori. Per migliaia di anni, le razze hanno vissuto fianco a fianco con i beduini nomadi. Sopravvivendo nelle dure condizioni del deserto, si sono evoluti sviluppando una grande capacità polmonare e un'incredibile resistenza. Come ribadisce il direttore degli eventi e degli affari culturali di Katara, il dottor Khalid Abdulrahman Al-Sayed, è un forte simbolo culturale. È chiaro che non solo il paese onora i suoi cavalli, ma sta anche ispirando i futuri campioni equestri.