EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Montenegro, un governo filo-occidentale. Inizia l'era del premier Dritan Abazović

Il Parlamento del Montenegro
Il Parlamento del Montenegro Diritti d'autore Risto Bozovic/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Risto Bozovic/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Di Debora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Svolta in Montenegro. Votata la fiducia al nuovo governo filo-occidentale guidato dal giovane politico Abazović. Una garanzia nei Balcani per Unione europea e Stati Uniti

PUBBLICITÀ

E’ stato definito un governo “filo-occidentale” che ha come priorità incentivare l’integrazione europea, la lotta contro la corruzione, ma anche lo Stato di diritto e lo sblocco delle istituzioni giudiziarie. Dopo il voto di fiducia del Parlamento, il Montenegro ha ufficialmente il suo nuovo esecutivo guidato dal Premier Dritan Abazović, un politico, di 36 anni, in forte ascesa di popolarità. 

Una svolta per il Paese vista da Stati Uniti e Unione europea come un incentivo per mantenere una sorta di stabilità nei Balcani in un momento delicato anche per la guerra in Ucraina.

Questo nuovo governo di minoranza è formato da piccoli partiti che dispongono insieme di 16 deputati su un totale di 81, ma può contare sul sostegno di una trentina di esponenti del Partito democratico dei socialisti (Dps), la maggiore forza di opposizione guidata dal presidente montenegrino Milo Đukanović, uscita sconfitta dalle ultime elezioni dell’agosto 2020 dopo trent’anni ininterrotti al potere.

L'inizio di nuova era

Solo tre mesi fa, come vicepremier e con l’appoggio dell’opposizione, era riuscito a far passare una mozione di sfiducia nei confronti dell’allora primo ministro Zdravko Krivokapić, accusato di eccessiva lentezza nelle riforme e nel cammino europeo del Paese balcanico. Un governo, quello di Krivokapic, formato da forze essenzialmente filoserbe e filorusse ma che erano entrate in contrasto tra loro dopo solo un anno e mezzo di attività dell’esecutivo. 

Ora il Montenegro ha messo la parola fine all’era dell’ex premier Krivokapić, salito al potere nel 2020 con un forte sostegno della Chiesa ortodossa serba. Il mandato del nuovo governo potrebbe durare un anno, il che significa che le elezioni parlamentari anticipate potrebbero tenersi nella primavera del 2023. Tuttavia molte persone in Montenegro ritengono che l’esecutivo possa restare in carica più a lungo. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Terremoto in Montenegro: scossa avvertita anche in Italia

Montenegro: incendio in un insediamento Rom, quattro morti

Montenegro: la preghiera per la pace di ucraini e russi