Trasporti: Sea, sciopero amministrativi contro esternalizzazioni

Agitazione 4 ore a Linate e Malpensa il 18/1, presidio a Linate
Agitazione 4 ore a Linate e Malpensa il 18/1, presidio a Linate
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 15 GEN - Quattro ore di sciopero del personale amministrativo, dalle 12 alle 16 di martedì 18 gennaio, sono state proclamate alla Sea, la società di gestione degli aeroporti di Linate e Malpensa, contro l' esternalizzazione di una parte dei sistemi informativi (Ict) dai sindacati Usb Lavoro Privato, Flai Ts, Adl e Cub Trasporti. Un presidio sarà attuato sotto la Palazzina Sea di Linate dalle 12.30 alle 16. Lo slogan dell'agitazione è 'Not for sale, i lavoratori di Sea spa non sono in vendita'. Secondo le organizzazioni dei lavoratori "la cessione dei sistemi informativi è solo l'inizio dello smembramento di Sea e dei suoi lavoratori" e per questo la lotta è "contro la cessione del reparto Ict e contro l' esternalizzazione delle attività". "Sea - sottolineano i sindacati - il 3 gennaio ha comunicato la cessione di ramo d'azienda temporanea per poi procedere con la vendita al miglior offerente di una parte dei sistemi informativi (Ict): quindi 60 persone saranno esternalizzate senza nessuna ricollocazione all'interno del perimetro aziendale. È la prima volta che questo succede. Nelle precedenti esternalizzazioni o vendite (Pulizia Aerea, Biglietterie, Parcheggi) c'è sempre stata la ricollocazione del personale all'interno del gruppo". "E' evidente - concludono - che si punti al completamento della privatizzazione di Sea e al suo smembramento, pezzo per pezzo, e alla svendita di tutti i lavoratori. Nel futuro imminente nessuno potrà sfuggire a questo modello di business". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, il Musée Grévin di Parigi rafforza la sicurezza per gli attivisti ambientali

Italia Paese più vecchio d'Europa: preoccupati gli economisti

Guerra in Ucraina, Zelensky: "Lanceremo una nuova controffensiva"