EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Covid: da oggi a Potenza il tampone rapido è "sospeso"

L'iniziativa rivolta alle persone in difficoltà economica
L'iniziativa rivolta alle persone in difficoltà economica
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - POTENZA, 08 GEN - Un tampone rapido "sospeso", nel solco della tradizione napoletana del "caffè sospeso", ovvero pagato per chi ne ha bisogno ma non può sostenerne il costo, per aiutare le famiglie di Potenza che vertono in una condizione di difficoltà economica. E' l'iniziativa, ideata dalla Onlus "Magazzini sociali", che è partita oggi nel capoluogo lucano. Si tratta - è scritto in una nota - "di una raccolta fondi per l'effettuazione di tamponi rapidi - covid 19 a persone in difficoltà", con già cento tamponi donati. Le donazioni possono essere effettuate con una offerta sul codice iban dell'associazione, oppure pagando il costo del tampone direttamente presso le farmacie aderenti. "L'azione solidale promossa da Io Potentino Onlus - ha spiegato la presidente, Valentina Loponte - è destinata ai nuclei beneficiari dei Centri di ascolto cittadini della Caritas che aderiscono alla rete Magazzini sociali, 'presi in carico' dall'assessorato ai servizi sociali della città. Saranno - ha aggiunto - i referenti dei centri di ascolto e dell'assessorato, a segnalare ad Io Potentino onlus, le prestazioni da prenotare, E' prevista la possibilità di un tampone settimanale nel caso di sintomi da Covid 19 e/o contatto con positivo". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Islanda: le immagini della nuova eruzione vulcanica, migliaia le persone evacuate

Sudafrica al voto: elezioni legislative ad alto rischio per l'Anc, il partito di Mandela

"All eyes on Rafah", in milioni condividono l'immagine AI sui social dopo le stragi alle tendopoli