EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Quarta dose in Israele che teme il picco dei 50 mila contagi al giorno

Vaccini in Israele
Vaccini in Israele Diritti d'autore AFP
Diritti d'autore AFP
Di euronews e ansa
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Via libera in Israele alla quarta dose di vaccino per gli over 60. Il 9 gennaio si progetta di riaprire il paese a una lista di 200 paesi per coloro che hanno il Green Pass oppure un certificato di avvenuta guarigione dal virus

PUBBLICITÀ

Campagna vaccinale a pieno ritmo in Israele: è stato dato via libera alla quarta dose di vaccino contro il Covid-19 per tutti gli over 60 dopo 4 mesi dal richiamo. Lo ha reso noto il premier Naftali Bennet timoroso che entro la settimana si arrivi a 20 mila contagi al giorno e con l'incubo dei 50 mila.

In prima linea contro il virus

Israele è stata tra le prime nazioni a praticare il vaccino Pfizer contro il coronavirus più di un anno fa e ha iniziato a lanciare i booster la scorsa estate. Eppure anche qui  c'è stata un'ondata di infezioni attribuita alla variante Delta e i funzionari avevano avvertito della minaccia di un'altra ondata operata  dalla Omicron a ben più rapida  diffusione col virus ormai specializzato nella "guerra lampo".

I dati di Israele

Circa i due terzi della popolazione israeliana di quasi 9,5 milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose del vaccino e circa 4,2 milioni di israeliani hanno ricevuto tutte e tre le dosi, secondo gli ultimi dati diffusi dal Ministero della Salute. Israele ha attualmente 37.675 pazienti positivi, di cui 110 nelle terapie intensive. Almeno 8.244 israeliani sono morti a causa della pandemia dall'inizio della sua diffusione.

Il 9 gennaio riapertura parziale delle frontiere

Israele ha annunciato che dal 9 gennaio tornerà a consentire l'ingresso di stranieri provenienti da una lista di circa 200 Paesi 'arancioni', ritenuti a medio-rischio di contagio (e fra questi l'Italia), ma a condizione che si tratti di persone vaccinate o guariti dal Covid-19. Dovranno comunque sottoporsi, spiega un comunicato del ministero della sanità, ad un tampone prima della partenza e ad uno molecolare all'arrivo, e quindi attendere in isolamento l'esito negativo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid 19: verso la quarta dose di vaccino per over 60 e fragili

Israele, allerta per un’epidemia di influenza aviaria. Morte oltre 5000 gru

Israele, calo dei contagi Covid dopo richiami vaccinali