Rave party Arezzo: 300 identificati, multe e denunce

Questura verifica provvedimenti da prendere
Questura verifica provvedimenti da prendere
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - AREZZO, 02 GEN - Circa 300 i giovani identificati dalle forze dell'ordine tra i partecipanti al rave party sull'Alpe di Poti, sopra Arezzo, andato avanti per circa 20 ore prima dello sgombero, dalla sera del 31 dicembre al pomeriggio di Capodanno. I 300 dovranno rispondere, oltre che della violazione alle norme anti Covid, di occupazione di suolo pubblico e invasione di terreni ed edifici. I provvedimenti sono in corso di verifica. Il luogo scelto per il rave è il vecchio stabilimento dell'acqua Fontemura con il terreno circostante. L'area è interessata da un fallimento. Il curatore fallimentare deve decidere se presentare denuncia. Il rave party è terminato intorno alle 17 dell'1 gennaio e i partecipanti che erano rimasti - il picco massimo secondo le forze dell'ordine è stato di 500 persone provenienti da tutta Italia - hanno lasciato la zona venendo identificati dalle forze dell'ordine che hanno presidiato l'Alpe di Poti subito fin dalla sera del 31 dicembre. Il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli si è complimentato con le forze dell'ordine e con il prefetto Maddalena De Luca definendo "impeccabile" l'operazione. Sul posto ora restano tanti rifiuti da portare via e smaltire. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Dall'Iraq missili contro base statunitense in Siria, Khamenei parla dell'attacco iraniano a Israele

Gaza, fossa comune nell'ospedale Nasser di Khan Younis assediato dall'Idf

Ungheria: cosa pensano gli elettori delle elezioni europee