Angelica, la bimba nata due volte

Salvata dopo un intervento difficilissimo, ora è testimonial
Salvata dopo un intervento difficilissimo, ora è testimonial
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PORDENONE, 01 GEN - La storia di Angelica è la testimonianza toccante di una bambina di soli 5 mesi che, nel 2012, è "nata due volte", come afferma la mamma, Veronica. La vicenda inizia con una brutta polmonite e conseguente ricovero ospedaliero, fino a alla terribile scoperta di una malattia genetica, Shid (Severe Combined Immunodeficiency) da trattare con trapianto di midollo osseo immediato. La bambina non respirava più, è stata intubata, attaccata alle macchine e per un mese indotta al coma farmacologico. Ora, a distanza di anni, i genitori, che sono della provincia di Padova, hanno deciso di rendere nota la vicenda, anche perché la piccola è diventata testimonial di una iniziativa filantropica del Pordenonese. "Angelica mi considera il suo eroe - rammenta il padre Michele, donatore del midollo - ma per me averle salvato la vita è un gesto naturale". Mamma Veronica ricorda quando la bimba era in rianimazione e i genitori volevano battezzarla: "Il prete, pensando forse si trattasse di un'estrema unzione, andò via piangendo", racconta. Oggi Angelica ha quasi 10 anni e racconta: "Il segreto è non arrendersi mai, sorridere sempre e leggere tanti libri. Il mio portafortuna è la mia famiglia: mamma, papà e mio fratello Federico, con il quale litigo spesso, ma gli voglio tanto bene perché è gentile. Da grande vorrei aiutare gli altri, fare la cantante e occuparmi di volontariato". Il 2022 è scattato all'insegna della solidarietà: Angelica è diventata testimonial della Bottiglia Eco-Solidale a Casalserugo (Padova), della Casetta dei Ragazzi all'interno del Borgo Solidale Cohousing - Fondazione Alvise - a Fontanafredda (Pordenone) e della Piccola Preziosa Betoniera Itinerante, come dice Pamela Romanello, giornalista, che ha seguito la vicenda di Angelica. "La Betoniera - annuncia - con le associazioni solidali per meritorie attività, inizierà il viaggio con il 58° Club Frecce Tricolori di San Candido e poi con gli altri Club Frecce Tricolori, fino al 2025". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nelle acque siciliane va in scena l'esercitazione della Nato Dynamic Manta

Le notizie del giorno | 27 febbraio - Serale

Polonia, gli agricoltori protestano a Varsavia: "Uscire dal Green Deal dell'Ue"