This content is not available in your region

Il Cile secondo Boric

Access to the comments Commenti
Di Eloisa Covelli  Agenzie:  Ansa
euronews_icons_loading
Gabriel Boric, eletto nuovo presidente del Cile
Gabriel Boric, eletto nuovo presidente del Cile   -   Diritti d'autore  Luis Hidalgo/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Giovane, di sinistra, eletto con un record di voti. Gabriel Boric, neo-presidente del Cile, ha il piglio di chi vuole cambiare il paese. Ma al Senato avrà gli stessi voti della destra.

Non sarà facile portare avanti quella che lui chiama la "lotta per la democrazia", un piano ambizioso di riforme economiche e sociali, che toccano la sanità, l'educazione, le pensioni.

"Ci impegneremo perché i lavoratori non debbano più tirare fuori i loro risparmi per far fronte a una crisi così profonda come la pandemia - dice appena eletto - Spero che avremo il consenso di cui c'è bisogno per una riforma strutturale della previdenza, che è necessaria e urgente".

Abbiamo parlato della pensione universale, che è una delle nostre priorità. Non svuoteremo anzi rimpingueremo il fondo pensioni cosicché i più anziani possano avere un'entrata dignitosa, non la miseria che hanno ora.
Gabriel Boric

Il suo mandato, che inizierà a marzo, verdrà anche la scrittura della nuova Costituzione, che sostituirà quella in vigore voluta da Augusto Pinochet.

"Il cammino verso la nuova Costituzione - ha detto Elisa Loncon, la presidente dell'Assemblea costituente - si apre con dignità, giustizia, tenerezza, plurinazionalità e rispetto per le nostre differenze".

Risorse addizionali per questo articolo • La Repubblica