This content is not available in your region

Uccise vicina di casa: confermato ergastolo in appello

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Ludopatico, aveva aggredito vittima per procurarsi soldi
Ludopatico, aveva aggredito vittima per procurarsi soldi

(ANSA) – ANCONA, 25 NOV – Confermato anche in secondo grado
l’ergastolo per Maurizio Marinangeli, cuoco 60enne affetto da
ludopatia, accusato di aver ucciso a coltellate l’anziana vicina
di casa Emma Grilli, il 17 luglio 2018 a Chiaravalle (Ancona).
La Corte di Assise di Appello di Ancona, dopo una camera di
consiglio durata circa tre ore, ha confermato nel primo
pomeriggio di oggi la condanna già inflitta in primo grado nel
marzo 2020. Dopo la sentenza, l’imputato è rimasto impassibile,
ma si è preoccupato di consolare l’anziana madre che era in
aula. Riconosciuto l’omicidio volontario premeditato aggravato e
la rapina aggravata. Secondo l’accusa, oggi rappresentata dal pg Cristina
Polenzani, Marinangeli avrebbe aggredito la vicina per
procurarsi dei soldi già spesi al gioco: impadronitosi di alcuni
monili, tra cui un anello della vittima, li avrebbe portati ad
un compro oro. La difesa, rappresentata dall’avv. Emiliano
Carnevali, aveva chiesto il rinnovo dell’istruttoria relativo ad
alcuni punti tra i quali quello di risentire alcuni testimoni,
compresa una vicina di casa che sentì urlare in un orario
diverso da quello stabilito poi per il delitto, quello di
effettuare una nuova perizia psichiatrica sull’imputato con uno
specialista delle dipendenze ludopatiche e quello di una nuova
perizia su una macchiolina di sangue trovata su una scarpa di
Marinangeli. Nulla da fare per la Corte di Assise di Appello.
Attese le motivazioni, la difesa valuterà il ricorso in
Cassazione. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.