Giappone, matrimonio poco Reale. La principessa Mako ha sposato un avvocato non nobile

Giappone, matrimonio poco Reale. La principessa Mako ha sposato un avvocato non nobile
Diritti d'autore Shizuo Kambayashi/AP2011
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La principessa Mako ha sposato un avvocato non nobile, tra la freddezza della famiglia e le pressioni mediatiche

PUBBLICITÀ

Dopo 4 anni di fidanzamento, la principessa Mako del Giappone ha detto si. la nipote dell'imperatore Naruhito ha sposato a Tokyo Kei Komuro, una persona non nobile che aveva conosciuto all’università nel 2012. Niente grandi celebrazioni ma molte critiche.

La Casa reale aveva presentato i documenti ufficiali la scorsa settimana per celebrare le nozze dei due giovani, entrambi 30enni, evitando così la celebrazione solenni.

Il Royal Wedding poco Reale nel Sol Levante tra la principessa Mako e Komuro è stato trattato con grande freddezza dalla famiglia imperiale, con tanto di gossip pungenti sui media a causa di alcuni scandali legati allo sposo. La pressione mediatica esercitata ha portato la giovane a disturbi da stress post-traumatico. Secondo la tradizione avendo sposato un borghese ha rinunciato al titolo reale. Ora la coppia inizierà una nuova vita a New York.

La principessa Mako ha 30 anni ed è figlia del principe ereditario Akishino e di sua moglie, la principessa Kiko. Il suo matrimonio era previsto per il 2018, ma fu rimandato quando uscì la notizia che la madre del futuro sposo aveva contratto debiti con un ex compagno per l’equivalente di circa 30mila euro, parte dei quali utilizzati per pagare le spese universitarie del figlio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giappone, l'Alta Corte di Sapporo: "Negare il matrimonio egualitario è incostituzionale"

Giappone: il direttore dell'Aiea Grossi a Fukushima, "sversamento di acque soddisfa standard"

Giappone: gli aiuti all'Ucraina per sminamento, trasporti e ricostruzione