Uccisa a Crema: procura chiede 28 anni per Alessandro Pasini

Condannato a 6 anni per occultamento e distruzione cadavere
Condannato a 6 anni per occultamento e distruzione cadavere
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CREMONA, 15 OTT - Secondo la procura, Alessandro Pasini è colpevole di omicidio volontario, incendio con pericolo per l'incolumità pubblica, distruzione di cadavere e crollo di edificio: in tribunale a Cremona, davanti al giudice per l'udienza preliminare Elisa Mombelli, l'accusa ha terminato la sua requisitoria e chiesto la condanna a 28 anni di reclusione per il 46enne imputato per l'omicidio di Sabrina Beccalli, la 39enne bruciata a Ferragosto del 2020 nella sua Fiat Panda nelle campagne di Vergonzana, a Crema. Pasini, detenuto a Monza, è processato con il rito abbreviato, che non è concesso per gli omicidi: la procura lo contesta e sarà il giudice a decidere. Pasini, difeso dall'avvocato Paolo Sperolini, ha solo ammesso di aver bruciato il cadavere ma non di aver ucciso la donna nella notte tra il 14 e il 15 agosto, la notte dell'incontro tra vittima e presunto omicida nella casa della ex compagna di Pasini. Secondo la difesa di Pasini, Sabrina Beccalli sarebbe morta per overdose. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria, opposizione ancora in piazza a Budapest contro Orbán

San Paolo, bagno di folla per Jair Bolsonaro: l'ex presidente respinge le accuse di golpe

Difesa: al via l'esercitazione Nato Dynamic Manta, sette sommergibili nel Mediterraneo