ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Al via Expo2020, la sfida di Dubai a metà strada tra innovazione e sostenibilità

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Expo 2020
Expo 2020   -   Diritti d'autore  Kamran Jebreili/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Parte con un anno di ritardo l'Expo di Dubai 2020 ed è il primo evento internazionale di grandi proprozioni a aver luogo all'indomani della pandemia.

L'inaugurazione questo giovedì, il via ufficiale ai visitatori invece venerdì 1 ottobre: 192 i Paesi del mondo coinvolti.

Expo 2020 è la prima Esposizione Universale che si svolge in un Paese arabo. I padiglioni si sviluppano sulla linea del tema collegare le menti, creare il futuro: Expo 2020 vuole parlare di opportunità, liberare il potenziale dei singoli e delle comunità per creare un futuro migliore con sistemi innovativi di trasporto e comunicazione tra le persone. Alla cerimonia di inaugurazione anche Andrea Bocelli, insieme ad altri musicisti internazionali e nomi noti sulla scena musicale dell’area del Golfo. Gli Emirati sperano l'evento attirerà 25 milioni di visitatori.

L'Expo che sembra una vera e propria città sorge dove prima c'erano sole dune di sabbia, la costruzione del centro e dei vari siti per ospitare i padiglioni è costata 7 miliardi di dollari, nei calcoli di Dubai dovrà attirare investimenti stranieri che vanno oltre questa cifra.

Il sito dell'Expo alla periferia di Dubai è rimasto rigorosamente off-limits per tutto l'anno scorso.

Oltre ai padiglioni degli oltre 190 paesi, meraviglie architettoniche e una lunga lista di innovazioni tecnologiche faranno bella mostra di sè. L'esposizione universale potrà essere visitata fino al 31 marzo dell'anno prossimo.

La prima esposizione universale si tenne a Londra nel 1851, ospitata nel Crystal Palace, quella di Parigi del 1889 propose al mondo la Torre Eiffel.

Expo 2020 sarà ricordata per la pandemia, per accedervi bisogna portare la mascherina e il distanziamento fisico è obbligatorio, ma non è tutto chi vuole andare deve essere munito di green pass.

Gli Emirati Arabi Uniti, 10 milioni di abitanti, hanno visto diminuire sensibilmente i casi di coronavirus nelle ultime settimane. Domenica scorsa, si registrava un totale di 300 casi.