ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Migrante morto folgorato: 20 in pochi anni decessi accertati

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Muoiono cercando di arrivare in Francia
Muoiono cercando di arrivare in Francia
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – GENOVA, 29 AGO – Sono venti nel giro di pochi anni,
l’ultimo oggi – il ragazzo del Bangladesh morto folgorato sul
tetto di un treno francese nell’ultima galleria al confine
Italia-Francia -, i migranti che hanno trovato la morte cercando
di attraversare il confine e dei quali è stato ritrovato il
cadavere. La più giovane si chiamava Milet Tesfamariam, era eritrea e
aveva appena 17 anni. E’ morta investita da un tir mentre stava
percorrendo a piedi una galleria autostradale al confine con la
Francia. Ancora pochi metri di cammino, nel tardo pomeriggio di
una giornata autunnale, e avrebbe raggiunto la sua meta. Il più
‘anziano’ è stato un migrante iracheno di 36 anni, morto
investito da un treno mentre camminava lungo la ferrovia: è
stato travolto proprio all’imboccatura della galleria di zona
Peglia a Ventimiglia dove oggi si è verificata l’ennesima
tragedia. Alcuni sono morti annegati cercando di nuotare fino alle
acque francesi di notte, altri sono precipitati dal ‘Col de
Mort’, un pericoloso sentiero tracciato su un costone di roccia
a picco sul mare che sovrasta il punto di confine tra Italia e
Francia a Ventimiglia, altri ancora a piedi di notte in
autostrada vengono investiti dai mezzi pesanti o lungo i binari
travolti dai treni, oppure ancora soffocati nelle paratie delle
carrozze ferroviarie, folgorati dall’elettricità sui tetti dei
convogli. Sono decine e decine i migranti che ci provano,
pagando i passeur che li accompagnano sul Col de Mort o
indicando i punti dove è possibile ‘saltare’ sui treni. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.