ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Clima impazzito: Europa divisa tra incendi e maltempo

Access to the comments Commenti
Di Eloisa Covelli Agenzie:  Afp, Ansa, Ap
euronews_icons_loading
L'incendio vicino Le Luc nel sud della Francia
L'incendio vicino Le Luc nel sud della Francia   -   Diritti d'autore  Daniel Cole/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

In Grecia centinaia di vigili del fuoco hanno lottato per due giorni per contenere le fiamme che hanno colpito il nord-ovest di Atene, dove sono stati evacuati una casa di cura e diversi villaggi.

L'incendio nella fitta foresta nell'area di Vilia è iniziato lunedì, poco dopo lo scoppio di un altro incendio a sud-est della capitale nell'area di Keratea. I due sono stati i più gravi tra le dozzine di incendi scoppiati quel giorno, hanno detto i vigili del fuoco.

Il ministro greco per l'ordine pubblico, Michalis Chrysochoidis, ha detto martedì che la situazione a Vilia era in miglioramento nonostante una serie di riacutizzazioni e che l'incendio a Keratea è stato contenuto.

Centinaia di incendi hanno bruciato in tutta la Grecia questo mese, alimentati dall'ondata di caldo più grave del paese degli ultimi decenni.

Il caldo intenso e gli incendi hanno colpito anche altri paesi del Mediterraneo. In Francia le fiamme hanno colpito la Costa Azzurra. Gli incendi delle ultime settimane hanno ucciso almeno 75 persone in Algeria e 16 in Turchia. Fiamme anche nell'ovest degli Stati Uniti e nella regione della Siberia settentrionale della Russia.

Gli incendi in Grecia

Martedì i vigili del fuoco greci hanno detto che 370 pompieri con 115 veicoli combattono l'incendio di Vilia, con il supporto fornito da 20 aerei e 12 elicotteri. Quest'incedio assieme a quello di Keratea ha divorato circa 5.000 ettari (12.400 acri) di foreste e terreni agricoli, principalmente nell'area di Vilia.

I vigili del fuoco stanno anche cercando di contenere in un parco nazionale a nord di Atene e sull'isola greca di Evia. Altri pompieri, tra cui 40 vigili del fuoco austriaci, stanno combattendo due grandi incendi nella regione greca meridionale del Peloponneso.

Le fiamme in Costa Azzurra

"Il peggio è stato evitato" nei boschi vicino Saint-Tropez in Costa Azzurra, dove le fiamme hanno costretto migliai di turisti ad evacuare. l'incendio non ha causato vittime, "ma la battaglia continua" dice Macron che si è recato sul posto.

"Circa 750 vigili del fuoco stanno combattendo contro questo incendio che è ancora molto aggressivo", ha detto nel pomeriggio di martedì un portavoce dei vigili del fuoco del dipartimento del Var. Quasi 1.300 persone, per lo più vacanzieri di un campeggio, sono state accolte in una palestra a Bormes-les-Mimosas, località vicina a Fort Brégançon, residenza estiva del Capo dello Stato. Secondo i vigili del fuoco, l'incendio divampato lunedì in un'area di sosta autostradale, a circa un centinaio di chilometri a nord-est della città costiera di Tolone, si è esteso per 6.500 ettari di foresta e macchia in serata. "L'incendio è molto grande, è una lotta molto difficile", ha detto il comandante Delphine Vienco all'Afp, parlando di "condizioni sfavorevoli, con vento forte e temperature elevate". Il danno all'ambiente è significativo: "La riserva naturale della Plaine des Maures è stata semidistrutta. È un disastro, perché è uno degli ultimi luoghi in cui si trovano le tartarughe di Hermann", una specie protetta, ha spiegato Concha Agero, il vicedirettore dell'Ufficio francese per la biodiversità. Le evacuazioni di migliaia di persone sono avvenute nell'entroterra di Cavalaire e Saint-Tropez, ha affermato la comandante Vienco. La prefettura del Var ha anche confermato l'evacuazione di diversi campeggi e ha chiesto "di non ingombrare le strade intorno al Golfo di Saint-Tropez" per permettere ai soccorsi di operare senza problemi. Le persone evacuate sono sistemate in edifici comunali.

Fuoco in Portogallo e Spagna

Anche il Portogallo è stato colpito da un grave incendio scoppiato lunedì nella regione turistica dell'Algarve (sud), provocando feriti tra i vigili del fuoco e portando all'evacuazione di una dozzina di frazioni. In Spagna, l'incendio divampato sabato a Navalacruz, nei pressi di Avila (centro-ovest), resta "attivo" al "livello 2 di pericolosità", ma la sua evoluzione è ora considerata "favorevole", secondo le autorità della regione di Castiglia e Leon, mentre preoccupano i diversi roghi attivi nelle isole Canarie.

Danni per il maltempo in Austria e Germania

In Austria è stata la pioggia e il vento a causare danni. A Salisburgo, le strade e la rete ferroviaria del Pinzgau sono stati distrutti. Il torrente ha rotto gli argini per la terza volta in 3 giorni. E l'esercito è stato chiamato a rimuovere le macerie con mezzi pesanti.

Nel nord della Germania un tornado ha lasciato una scia di distruzione nella regione della Frisia orientale. Nel comune di Grossheide, nel Land della Bassa Sassonia, il tornado ha seriamente danneggiato una cinquantina di case, ribaltando veicoli e abbattendo alberi. La velocità del vento ha segnato fra i 180 e i 250 km orari. I vigili del fuoco hanno fatto fronte a un centinaio di interventi nel corso della notte. Nel bilancio, anche cinque edifici non più abitabili. Il sindaco della cittadina di 8.500 abitanti ha parlato di "situazione catastrofica". In Germania si verificano fra i 20 e i 60 tornado all'anno, ma raramente hanno la portata di quello che ha colpito la Frisia, che era di media potenza, stando agli esperti, e viene classificato come di categoria F2.