ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Insulti razzisti: il murale della vergogna ricoperto di messaggi di supporto

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Insulti razzisti: il murale della vergogna ricoperto di messaggi di supporto
Diritti d'autore  Jon Super/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

È sufficiente sbagliare un rigore e si torna al Medio Evo del vivere civile, ma agli insulti razzisti - indirizzati a Marcus Rashford del Manchester United, Jadon Sancho del Borussia Dortmund e Bukayo Saka dell’Arsenal dopo la débâcle inglese a Euro 2020 - sono seguiti i messaggi di sostegno di migliaia di persone.

Il murale di Rashford, vandalizzato sulla scia della sconfitta, è stato tappezzato da biglietti, cuori, frasi di incoraggiamento.
L'atleta ha affidato a twitter le sue emozioni, si è detto dispiaciuto per aver mancato il suo rigore: "avrei voluto che fosse andata diversamente", ha scritto, prima di ringraziare tutte le persone che avevano ricoperto il suo murale con messaggi di supporto.

Nel tweet i ringraziamenti di Rashford: "Sopraffatto. Grazie. Senza parole".

L'artista di strada Akse ha dato il suo contributo, ripristinando il ritratto del calciatore 23enne del Manchester.