This content is not available in your region

Al voto in Sassonia-Anhalt con la destra di AfD che minaccia la CDU

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Al voto in Sassonia-Anhalt con la destra di AfD che minaccia la CDU
Diritti d'autore  أ ف ب

Voto cruciale domenica in Sassonia-Anhalt, la regione della ex Germania orientale dove l'estrema destra rappresenta una seria minaccia alla CDU. Un grande test prima delle elezioni nazionali in cui Angela Merkel non ci sarà più.

La piccola regione diventata test cruciale

La Sassonia-Anhalt è fra gli stati tedeschi più piccoli, appena 2,2 milioni di abitanti, ma qui l'Unione Cristiano Democratica si trova gomito a gomito con l'estrema destra dell'AfD. La vittoria di questo partito potrebbe assestare un colpo devastante per i conservatori tanto da indebolire la già fragile posizione del nuovo leader della CDU Armin Laschet in vista delle elezioni nazionali.

La minaccia della destra

Sebbene non abbia alcun alleato l'estrema destra tedesca si è rafforzata dal 2015 quando è cresciuta la rabbia per la decisione della cancelliera Merkel di consentire l'ingresso di un'ondata di migranti da paesi dilaniati dal conflitto come la Siria. Nel 2016 la CDU ha ottenuto solo il 30%, AfD aveva incassato il 24 per cento. Negli ultimi sondaggi (pubblicati dal quotidiano Bild) la CDU è al 27% in regione, e supererebbe di un solo punto la sfidante di destra.

Dinamiche politiche dipendenti da questo voto

"Se domenica si scopre che l'AfD è leggermente più forte della CDU, allora potrebbe aprirsi un dibattito sulla formazione di governo, e quindi un indebolimento dell'intera situazione per i cristiano democratici": ha detto il politologo Hajo Funke della Libera Università di Berlino. Il partito di Merkel è stato per decenni una forza dominante nella regione orientale, affermandosi in tutte le elezioni statali tranne una dalla riunificazione nel 1990. Ma l'AfD era riuscita ad agganciarsi bene con certi settori sociali anche attraverso quella strategia che cavalca la rabbia e il dissenso parzialmente lievitato con le restrizioni della pandemia. Quello della Sassonia-Anhalt è l'ultimo grande test prima delle elezioni generali previste il 26 di settembre in Germania.