EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Lascia sacerdozio per amore, "ho provato senso di onestà"

Benda su un occhio, il tanto piangere me lo ha fatto irritare
Benda su un occhio, il tanto piangere me lo ha fatto irritare
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TODI (PERUGIA), 13 APR - "Quando domenica è stato dato l'annuncio della mia decisione ho provato un senso di libertà, onestà e chiarezza": a parlare è l'ormai ex parroco dell'Unità pastorale di San Felice di Massa Martana, don Riccardo Ceccobelli, che ha deciso di lasciare il sacerdozio per amore. Parla da dentro il garage della casa dei suoi genitori, a Pantalla, una frazione di Todi, dopo aver scaricato i suoi vestiti e altri oggetti personali dall'auto, completando così il trasloco dalla sua parrocchia. All'occhio sinistro ha una vistosa benda bianca. "È frutto del tanto piangere che mi ha fatto irritare l'occhio", racconta. Don Riccardo Ceccobelli - che ha avviato le pratiche per la sua dimissione dallo stato clericale - ribadisce di "voler vivere l'amore" con questa donna che dice di conoscere da almeno quattro anni, sottolineando che "la promessa fatta al vescovo di essere prete fino alla fine non è mai venuta meno" e di non avere mai trasgredito agli obblighi previsti dal suo ministero. "Ho iniziato a provare un sentimento nuovo verso questa donna soltanto pochi mesi fa, come possa essere accaduto non lo so", racconta ancora. "Sono rimasto stupito e spaventato - aggiunge - dall'amore che mi arrivava da dentro. È stata una decisione molto dura da prendere quella di lasciare il sacerdozio". Parlando del futuro e della relazione con questa giovane, don Ceccobelli si lascia andare anche a una battuta: "lasciatemi almeno iniziare questa relazione, fino a oggi non siamo stati nemmeno fidanzati". Don Riccardo è circondato anche dal profondo affetto della sua famiglia. Quando si chiede al padre Carlo se è felice della scelta fatta, l'uomo risponde senza esitazioni: "le decisioni dei figli si accettano e basta". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: 8 soldati Idf morti nell'esplosione di un blindato, strutture sanitarie al collasso

Guerra a Gaza: colloqui in stallo, "catastrofe igienico-sanitaria"

Germania-Scozia 5 a 1, i padroni di casa vincono il match di apertura degli Europei Uefa 2024