Uccise l'uomo che corteggiava la figlia, ergastolo

Processo chiuso in abbreviato, "il fatto non sussiste"
Processo chiuso in abbreviato, "il fatto non sussiste"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SASSARI, 05 OTT - La Corte d'assise di Sassari ha condannato all'ergastolo Vincenzo Unali, l'allevatore di 60 anni di Mores accusato di aver ucciso l'uomo che faceva la corte a una delle su figlie, già legata sentimentalmente ad un altro con cui la famiglia dell'imputato era in affari. L'omicidio risale al 15 dicembre del 2016 quando Alessio Ara, operaio di 37 anni, venne freddato con una fucilata sull'uscio di casa, a Ittireddu. La Corte presieduta dal giudice Massimo Zaniboni ha emesso la sentenza questa mattina, accogliendo in toto le richieste del pm Giovanni Porcheddu e degli avvocati di parte civile, Ivan Golme e Luigi Esposito. Riconosciuta anche una provvisionale di 200mila euro alla madre della vittima, Grazietta Pittalis, e di 130mila euro al fratello, Gian Salvatore Ara. L'imputato, difeso dall'avvocato Pietro Diaz, si è sempre professato innocente. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco