ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Un anniversario rivoluzionario. 20 anni fa nei Paesi Bassi i primi matrimoni gay

euronews_icons_loading
Un anniversario rivoluzionario. 20 anni fa nei Paesi Bassi i primi matrimoni gay
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono passati vent’anni da quando ad Amsterdam tre coppie di uomini e una coppia di donne convolarono a nozze. Era il primo aprile del 2001. Una data storica. I Paesi Bassi diventarono così il primo Paese al mondo a legalizzare i matrimoni omosessuali. La legge sul matrimonio egualitario era stata approvata nel dicembre 2000, con 109 voti favorevoli e 33 contrari. Un gesto rivoluzionario e un passo importante verso il riconoscimento dei diritti delle coppie gay anche in altri paesi europei.

Queste coppie olandesi sono ancora felicemente sposate e ricordano quel momento come il più bello della vita. Purtroppo non per tutti è così, come ci racconta Dolf Pasker. “Da quello che si vede alla tv e si legge sui giornali emerge che in giro ci sono ancora tante persone omofobe. Sono troppi gli episodi di violenza e discriminazione nei confronti della comunità LGBT. Segno di un grande problema culturale".

Il matrimonio tra persone dello stesso sesso è ora legale in 28 Paesi in tutto il mondo anche se la sua diffusione è disomogenea. Diversi paesi in Europa - tra cui l’Italia insieme a Grecia e Repubblica Ceca, prevedono unioni civili. L'Irlanda legalizzò le nozze gay solo in seguito all'approvazione di un referendum avvenuto il 22 Maggio 2015 che ha modificato la Costituzione per fornire il riconoscimento del matrimonio a prescindere dal sesso dei partner. La Polonia fa parte del blocco di Paesi dell'Europa orientale che resistono al matrimonio tra persone dello stesso sesso. In Asia è Taiwan l'unico posto ad aver fatto un passo in avanti così come il Sudafrica è l'unico Paese africano.

Ci sono sono ancora una settantina di Paesi dove l’omosessualità è perseguita. In Iran, Arabia Saudita, Yemen e Sudan è addirittura punibile con la pena di morte.

Paesi dove il matrimonio ugualitario è legale

Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Colombia, Costa Rica, Danimarca, Ecuador, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Islanda, Lussemburgo, Malta, parte del Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti d’America, Sudafrica, Svezia, Svizzera, Taiwan e Uruguay.