ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ancora 20 anni di radioattività: per gli esperti "Fukushima è stata molto meno peggio di Chernobyl"

euronews_icons_loading
Ancora 20 anni di radioattività: per gli esperti "Fukushima è stata molto meno peggio di Chernobyl"
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Fukushima, dieci anni dopo il tremendo terremoto che devastò il Giappone.

L'11 marzo 2011, la centrale nucleare di Fukushima Daiichi fu in gran parte distrutta da uno tsunami, con onde alte 15 metri.

Da allora, il governo giapponese e la Tepco (Tokyo Electric Power Company Holdings), l'azienda che ne gestiva l'attività, hanno iniziato lo smantellamento della centrale.

Tre dei sei reattori, tutti spenti, sono ora sotto controllo: I reattori 4, 5 e 6.

Subito dopo il terremoto, nelle prime ore, fu fondamentale fermare i reattori versando acqua sulle strutture e prevenire le emissioni radioattive.

Ancora due passi importanti da compiere

Dal 2013, il secondo passo è stato quello di svuotare le vasche dei reattori dal loro combustibile, un'operazione che potrebbe durare altri dieci anni.

Il terzo passo sarà il più delicato: il combustibile fuso, il corium, deve essere rimosso dai reattori 1, 2 e 3.

L'altro grande problema è la struttura, creata appositamente per Fukushima, dove viene gestita l'acqua contaminata,

Spiega Teruki Fukumatsu, Senior technology leader di Toshiba Energy Systems and Solutions Corporation:
"Qui il reattore danneggiato contiene combustibile fuso e deve essere raffreddato in modo permanente, quindi ci versiamo sopra dell'acqua. L'acqua contaminata che esce viene assorbita da una pompa e viene inviata a questo sistema ALPS e le radiazioni vengono praticamente eliminate, tranne il trizio, per essere, infine, immagazzinate in serbatoi".

AP Photo
Teruki Fukumatsu, esperto di "Toshiba Energy Systems".AP Photo

Il trizio è una parte della molecola dell'acqua, che ha un'emivita radioattiva molto breve e non si accumula nel corpo umano.

L'acqua trattata viene poi immagazzinata in mille serbatoi: ma saranno pieni entro il 2022.
Sarà necessario rimuovere quest'acqua filtrata e ci sono due opzioni: vaporizzarla nell'aria o rilasciarla in mare. Ma ci sono, ovviamente, preoccupazioni da parte dei pescatori e degli agricoltori locali.

Dichiara Christophe Xerri, Ciclo del combustibile nucleare e tecnologia delle scorie di AIEA (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica):
"Tutti i reattori nucleari sono autorizzati a rilasciare piccole quantità di radioattività nell'acqua e nell'aria, e tutto questo è soggetto, naturalmente, al controllo regolamentare",

AP Photo
Christophe Xerri, dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica.AP Photo

Altri 30-40 anni di lavoro

Lo smantellamento della centrale di Fukushima dovrebbe essere completato addirittura in 30-40 anni, pur lavorandoci - come accade - anche 5.000 persone al giorno.

E, nonostante tutto, non è considerata una catastrofe così immane come Chernobyl, nel 1986.

Il professore Georg Steinhauser, della Leibniz Universität di Hannover spiega il paragone:
"Chernobyl, per esempio, ha rilasciato un'enorme quantità di plutonio e di americio. Quindi Chernobyl sarà contaminata per sempre. Fukushima è una storia completamente diversa. Perché quello che Fukushima ha rilasciato è fondamentalmente cesio radioattivo. Il cesio 137 ha un'emivita di 30 anni".

AP Photo
"Chernobyl è stata molto peggio di Fukushima".AP Photo

Torneranno a viverci?

Vicino alla centrale, le autorità stanno anche lavorando per ricostruire case e palazzi in aree decontaminate, in modo che i residenti possano tornarci a vivere.

Dal 2011, 88.000 persone hanno lasciato la zona e soltanto in 14.000 sono tornati.