ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Vertice: Ue e Nato insieme sulla sicurezza globale, con un occhio agli Usa

euronews_icons_loading
Vertice: Ue e Nato insieme sulla sicurezza globale, con un occhio agli Usa
Diritti d'autore  Johanna Geron/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

La cornice è quella della pandemia, che ha accelerato la crisi e la necessità di una risposta congiunta. La voce corale è quella di Unione europea e Patto Atlantico, che al vertice del Consiglio europeo hanno ribadito la necessità di cooperare su fronti diversi: mobilità militare, minacce ibride, sicurezza informatica.

"Affrontiamo nuovi tipi di minacce cibernetiche, ibride, e di disinformazione e dobbiamo rafforzare la nostra resilienza - dichiara Charles Michel, presidente del Consiglio europeo - probabilmente dobbiamo anche adattare i nostri strumenti"

Jens Stoltenberg, Segretario generale della Nato, definisce le priorità: "Per la Nato, il compito principale durante questa pandemia è stato quello di assicurarsi che una crisi sanitaria non si trasformasse in una crisi di sicurezza, perché le minacce che avevamo di fronte prima della pandemia sono ancora lì: le azioni aggressive della Russia, forme più brutali di terrorismo, sofisticati attacchi informatici, l'ascesa della Cina e le implicazioni sulla sicurezza relative al cambiamento climatico."

Al centro dell'agenda politica, sfogliata in virtuale, anche l'impegno assunto dall'amministrazione Biden per il rilancio delle relazioni transatlantiche sulle questioni di sicurezza globale. Secondo il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, "il nuovo corso a Washington è un'occasione unica per rafforzare il legame tra Nord America ed Europa, come ribadito dal premier italiano Mario Draghi.