ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Pizza-dog: quando il buon cibo aiuta gli animali. Foto di cagnolini sui cartoni del delivery

euronews_icons_loading
Pizza-dog: quando il buon cibo aiuta gli animali. Foto di cagnolini sui cartoni del delivery
Diritti d'autore  Raul Mee/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Una campagna che è già un successo: "Pizza dog". Ovvero quando una buona pizza aiuta anche i nostri amici a quattro zampe. Immaginate di ordinare una pizza e di riceverla, invece che in una semplice scatola di cartone, in una confezione con sopra la faccina di un cane smarrito o abbandonato. Ebbene la più grande pizzeria di Budapest offre questo servizio, in collaborazione con alcune associazioni animaliste ungheresi. Dai clienti più affezionati un passaparola incredibile che ha già trovato una casetta e una famiglia a diversi cuccioli.

“La catena di questa pizzeria consegna circa 2.500 pizze ogni giorno. Noi mettiamo le foto dei cagnolini che non hanno una casa sulle scatole insieme a un codice a barre", ci spiega Endre Kodolányi, Coordinatore del United Emergency Animal Welfare Syste. "Questo codice è collegato al sito della nostra Associazione dove si possono trovare tutte le informazioni necessarie."

L'idea è nata da un progetto congiunto di Pizza King e WebGarden. Per gli amici a quattro zampe c’è la possibilità di ritrovare la loro vecchia famiglia, oppure, di trovare una nuova vita. I canili di Budapest sono quasi tutti pieni. Una situazione di vera emergenza che recentemente ha visto scendere in campo anche il sindaco Gergely Karácsony per richiamare l’attenzione sull'importanza dell'adozione. Il personale dell’Associazione in Difesa degli Animali sta pianificando di mettere sui cartonati delle pizze anche foto di gatti e altri animaletti. Insomma solidarietà ma anche business, in senso buono. Il giro degli affari della pizzeria è aumentato negli ultimi tempi, sempre più persone vogliano ordinare una pizza solo per vedere le foto dei cani ospitati nei rifugi e anche altri locali si sono offerti di mettere i volantini sulle loro scatole.

Pizza Dog: dagli USA all'Ungheria

L'idea di godersi una margherita o una quattro stagioni fumante e salvare una vita era già venuta a dei pizzaioli del New Jersey e di Miami negli Stati Uniti. Da circa un anno in alcune pizzerie americane sui cartoni ci sono foto di cani smarriti. L’iniziativa vera e propria è nata da Mary Alloy, proprietaria di una pizzeria in franchising con tre dei suoi figli nel New Jersey. La donna, dopo aver iniziato a fare volontariato con la Niagara Society for the Prevention of Cruelty to Animals (SPCA) ha deciso insieme alla coordinatrice dell’Associazione, Kimberly LaRussa, di trovare un modo per aiutare gli animali.