EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Proteste e scontri nei Paesi Bassi contro il coprifuoco

Proteste e scontri nei Paesi Bassi contro il coprifuoco
Diritti d'autore ROBIN VAN LONKHUIJSEN/AFP
Diritti d'autore ROBIN VAN LONKHUIJSEN/AFP
Di euonews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lancio di oggetti contro la polizia, lacrimogeni e idranti per disperdere i manifestanti: ad Eindhoven e in altre città dei Paesi bassi si scatena la protesta contro il coprifuoco

PUBBLICITÀ

Sono degenerate in violenti scontri tra polizia e manifestanti le proteste organizzate ad Amsterdam e a Eindhoven contro le restrizioni imposte dal governo olandese per contrastare la pandemia. Molto violenti in particolare gli scontri di Eindhoven. 

Gli agenti hanno reagito al lancio di oggetti da parte dei manifestanti con lacrimogeni e idranti per disperdere la folla. 

Ci sono stati atti di vandalismo in vari negozi e centri commerciali, date alle fiamme alcune auto della polizia. Almeno una trentina le persone arrestate durante i disordini. Nei Paesi Bassi è in vigore da metà dicembre, e lo resterà almeno fino al 9 febbraio, un coprifuoco dalle 21 alle 4:30 del mattino. Da quando è in vigore la polizia ha arrestato 25 persone e ne ha multate più di 3500 in tutto il Paese per avere violato la misura.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Olanda: sfida tra l'ex premier Rutte e Wilders, l'uomo dell'estrema destra

L'Ue alla Germania: eccessivi e discriminatori i blocchi anti-Covid alle frontiere

Rabbia contro il sistema: le proteste nei Paesi Bassi vanno ben al di là del coprifuoco