ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Polemiche sulle dosi di vaccino comprate autonomamente dalla Germania

euronews_icons_loading
Polemiche sulle dosi di vaccino comprate autonomamente dalla Germania
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

La Germania non ha negoziato separatamente per conto suo un carico di vaccino Pfizer / BioNTech.

Questo è ciò che afferma la Commissione europea. Una dichiarazione che arriva dopo che la Germania ha affermato lunedì di aver acquistato altre 30 milioni di dosi su base di un accordo bilaterale

La Commissione afferma che le dosi in più fanno parte dei negoziati collettivi dell'UE.

Stefan De Keersmaecker, portavoce della Commissione risponde ai giornalisti dicendo che

“Con BioNTech / Pfizer abbiamo concordato un numero di 200 milioni di dosi e la possibilità di esercitare un'opzione per avere 100 milioni di dosi aggiuntive. Questa opzione è stata esercitata e ora si discute sulla distribuzione di queste dosi ai diversi Stati membri. E per quanto ci risulta, la discussione sulle dosi aggiuntive della Germania si sta svolgendo in questo contesto ".

Ma questo accordo bilaterale tedesco è stato conlcuso due mesi prima della firma del contratto dell'UE per il vaccino Pfizer a novembre, il che solleva molte preplessita a Bruxelles. Secondo la Commissione, tuttavia, ogni Stato membro ha accettato di evitare di condurre i propri negoziati.

“Non sono sicuro che la Germania abbia concluso un contratto separato" ribatte Eric Mamer, portavoce capo dell'esecutivo europeo. Ciò che è chiaro, tuttavia, è che durante i negoziati gli Stati membri si sono impegnati a non avviare negoziati paralleli. Questo era un obbligo ed è anche una questione di concorrenza".

Per ottenere i vaccini la Commissione ha istituito una team negoziale con gli Stati membri che fa capo a un comitato direttivo formato dai rappresentanti di ciascun paese.

Il ruolo di questo consiglio era di garantire che tutti gli Stati membri fossero pienamente consapevoli del processo di negoziazione.