ULTIM'ORA
This content is not available in your region

"Eta", la tempesta tropicale che ha devastato America Centrale e Florida

Di Cristiano Tassinari  & ANSA
euronews_icons_loading
"Eta", la tempesta tropicale che ha devastato America Centrale e Florida
Diritti d'autore  Lynne Sladky/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

La tempesta tropicale "Eta" continua a far danni.

Secondo il National Hurricane Center, è arrivata a Cedar Key, in Florida, alle 4 di questo giovedi mattina. Piove e il vento soffia a 85 km/h.

"Eta" è diventato un uragano di categoria 1 all'inizio di mercoledì, ma è stato declassato a tempesta tropicale fin dal pomeriggio, eppure continua a far paura.

Il centro di controllo degli uragani avverte: "C'è il pericolo di un'ondata di tempesta lungo ampie parti della costa del Golfo del Messico, da Bonita Beach a Suwannee River, compresi Tampa Bay e Charlotte Harbor".

Dopo aver colpito l'America Centrale, "Eta" è arrivato alle Florida Keys domenica sera e ha lasciato migliaia di residenti senza corrente. La tempesta ha scatenato un diluvio che ha inondato interi quartieri e riempito molte case di acqua.

Il Guatemala chiede l'aiuto internazionale

Ma, come abbiamo detto, è l'America Latina ad essere stata particolarmente colpita dal passaggio di "Eta".

Nato come uragano in Nicaragua e passato sul Guatemala come tempesta tropicale, ha danneggiato in varia misura 24.000 case, distrutto 18 ponti e undici importanti vie di comunicazione.

La richiesta di aiuti alla comunità internazionale da parte del governo del Guatemala è stato esteso attraverso il ministero degli Esteri, dopo aver ricevuto informazioni attualizzate riguardanti l'esistenza di oltre 735.000 persone colpite direttamente o indirettamente dal passaggio di "Eta". Di queste, segnala il quotidiano "La Prensa Grafica", 16.596 sono ricoverate in rifugi approntati dalla Protezione civile, mentre altre 76.620 sono invece ospitate in strutture non ufficiali.