ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Lockdown in Inghilterra per due milioni di persone. OMS: "Situazione grave in Europa"

euronews_icons_loading
Lockdown in Inghilterra per due milioni di persone. OMS: "Situazione grave in Europa"
Diritti d'autore  Andrea Comas/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Covid-19 non si ferma. E l’Organizzazione Mondiale della Sanità lancia un nuovo allarme per l’Europa: "la situazione è molto grave." In 7 paesi, tra cui Ungheria, Spagna, Gran Bretagna la curva ha segnato un aumento esponenziale. In Francia negli ultimi giorni si sono toccate punte di quasi 10 mila contagi al giorno.

OMS: "Situazione grave in Europa"

I casi settimanali hanno ora superato quelli segnalati quando la pandemia ha raggiunto per la prima volta il picco a marzo. Oltre 300mila nuovi contagi solo nella scorsa settimana. E più della metà dei Paesi europei ha segnalato un aumento superiore al 10%, ha sottolineato il Direttore del'Oms Europa, Hans Kluge, nel corso di una conferenza stampa per fare il punto della situazione sul Coronavirus.

I numeri della diffusione di Sars-CoV-2 “a settembre, sono diventati un campanello di allarme. Numeri pesanti che stanno portando i governi a studiare nuove misure di contenimento della pandemia. Senza dover necessariamente richiudere tutto come in primavera.

In Inghilterra lockdown locale per 2 milioni di persone

In_ I_nghilterra tornano in lockdown 2 milioni di persone. Limitazioni anche su pub e locali. La misura è stata introdotta nel nord-est, incluse le città di Birmingham, Bolton e Leicester. L'area registra tassi d’infezione locali compresi al momento fra 70 e 103 casi diagnosticati per ogni 100mila abitanti, nettamente superiori alla media nazionale. A Londra il Segretario di Stato per la Salute Matt Hancock ha voluto lanciare un messaggio ai cittadini affinchè non sottovalutino la situazione di emergenza. “ Le restrizioni non devono essere prese alla leggera, vanno rispettare, ha detto. Tutti dobbiamo seguire i consigli che ci vendono dati. I fatti ci dicono che dobbiamo agire ora in modo da poter controllare meglio il virus”.

Ad incidere sull’aumento dei casi anche la riapertura della scuole. Pur con tutte le precauzioni prese per il bene di studenti e insegnanti, in Francia alcuni istituti sono stati chiusi per Covid. Mentre il Portogallo ha inasprito le misure per evitare un collasso del sistema sanitario nazionale.