ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Trump e il nodo del voto per posta. La Camera approva il disegno di legge sul Servizio postale

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Trump e il nodo del voto per posta. La Camera approva il disegno di legge sul Servizio postale
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Repubblicani sempre più sotto pressione. Alla fine, nonostante la dura presa di posizione del Presidente Donald Trump, la Camera dei rappresentanti ha approvato il disegno di legge "Delivering for America Act " riguardante il finanziamento da 25 miliardi di dollari e la capacità operativa del Servizio postale.

La presidente della Camera, Nancy Pelosi, aveva previsto un sostegno bipartisan. E alla fine la proposta è stata votata dai democratici, che l’avevano presentata, ma anche da 25 repubblicani, in dissenso con la posizione del partito stesso e della Casa Bianca. La legge prevede il divieto di cambiamenti operativi che rallentino il servizio di consegna della posta nel paese. Un punto questo di grande importanza politica, in vista delle presidenziali di novembre. Quasi 180 milioni di elettori statunitensi, possono votare per corrispondenza, un’alternativa al voto di persona in un momento di emergenza da Covid-19.

Trump e il nodo del voto per corrispondenza

I democratici si erano detti contrari, fin da subito, alla riduzione degli straordinari per i dipendenti, alla limitazione degli orari degli uffici e alla rimozione di alcuni smistatori di posta automatici ad alto volume. Tutte misure, queste, che miravano a impedire il voto per corrispondenza.

Un nodo che sta facendo discutere cittadini e Washington. Il Presidente Donald Trump ha nominato il suo fedelissimo Louis DeJoy a capo dello Usps per boicottare le poste federali e impedire agli elettori di esprimere la propria preferenza. Per il capo della Casa Bianca il voto per corrispondenza è “fraudolento”: Un’affermazione che non è piaciuta a milioni di elettori che sono scesi in piazza per protestare.