ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia: arrestato Ivan Safronov (accusato di alto tradimento)

euronews_icons_loading
Russia: arrestato Ivan Safronov (accusato di alto tradimento)
Diritti d'autore  Sofia Sandurskaya/Moscow News Agency
Dimensioni di testo Aa Aa

I Servizi di sicurezza federale russi (Fsb) hanno arrestato a Mosca Ivan Safronov, giornalista già corrispondente del quotidiano politico-economico "Kommersant", e dallo scorso maggio consigliere della locale Agenzia spaziale.

L'uomo, accusato di alto tradimento per "aver fornito informazioni riservate tecnico-militari ad un Paese della NATO", rischia 20 anni di detenzione.

Sofia Sandurskaya/Moscow News Agency

"Nessun altro era solito ottenere esclusive che lui invece riusciva ad ottenere - dice Kiril Krivosheev, corrispondente di Kommersant per la politica estera - è dovere professionale di un giornalista acquisire informazioni sensibili e importanti: dato il modo in cui Ivan ha lavorato, ovviamente, il suo lavoro avrebbe potuto far arrabbiare molti".

I suoi ex colleghi hanno espresso rabbia per l'incriminazione, adducendo il caso ad "una probabile ritorsione per il suo lavoro d'inchiesta": molti di essi hanno protestato fuori dal quartier generale dell'Fsb per chiederne la liberazione e sono stati a loro volta arrestati, unitamente ad altre decine di manifestanti.

Un anno fa, era stato licenziato a causa di un articolo che ipotizzava le dimissioni del portavoce del Consiglio federale russo: l'intera redazione politica si dimise per protesta.

Gleb Cherkasov, all'epoca vice Direttore ed anch'egli dimissionario, la pensa alla stessa maniera: tutto è collegato al suo lavoro di giornalista.

"Questo è un segnale assai spiacevole per l'intera comunità giornalistica - dice - penso vogliano che nessuno faccia più giornalismo, tranne che per riportare i comunicati stampa".

Per i Servizi di sicurezza, Safronov avrebbe trasmesso informazioni riservate sulla difesa nazionale all'Intelligence di un Paese straniero.

Perentorio, in tal senso, il commento del portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov: "È accusato di tradimento - afferma quest'ultimo - del trasferimento di dati segreti ad un'Intelligence estera, per quanto ne sappiamo questa detenzione non è collegata alle attività di giornalista, in cui Ivan Safronov era precedentemente coinvolto".

L'Agenzia spaziale insiste sul fatto che le accuse non siano correlate al lavoro di Safronov per la società stessa.

Safronov, che ha condotto reportages su argomenti scottanti come l'incidente del sottomarino-spia Losharik, contratti internazionali di armi e premi segreti per alti funzionari, si è dichiarato non colpevole.