Laboratorio clandestino di mascherine

Laboratorio clandestino di mascherine
Polizia scopre a Torino 16 lavoratori in nero
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 26 MAG - Riconverte la sua produzione di maglieria per realizzare mascherine e camici monouso per l'emergenza Coronavirus, ma i 16 operai che impiega sono in nero. Un cittadino di origini cinesi di 45 anni è stato denunciato dalla polizia, a Torino, per diversi reati collegati alle normative sul lavoro e sulla sicurezza. Il laboratorio, che si trovava in corso Vercelli, era di 1000 metri quadrati. Durante il controllo, al quale erano presenti il titolare e il figlio 18enne, gli agenti hanno scoperto che la ditta ha tre dipendenti regolarmente assunti, che però non erano presenti, mentre diverse delle persone pagate in modo irregolare arrivavano da Milano e due di loro erano privi del permesso di soggiorno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, Corte Suprema dà l'ok a Trump: strada spianata verso le elezioni di novembre

Le notizie del giorno | 04 marzo - Serale

Cosa sono la missione Ue Aspides e le altre operazioni nel Mar Rosso: il ruolo dell'Italia