Covid: 'pochi recettori in naso bimbi'

Covid: 'pochi recettori in naso bimbi'
Epidemiologo riporta alcune evidenze, 'attendiamo conferme'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BARI, 21 MAG - "I bambini esprimono poco il recettore ACE2, quello che il SARS-CoV-2 usa per infettare le cellule, nell'epitelio nasale. Il fatto di avere pochi recettori per il virus in quella che è la porta di ingresso delle infezioni respiratorie, giustifica da solo la minore suscettibilità dei bambini all'infezione". Lo scrive su Facebook il professore Pierluigi Lopalco, epidemiologo a capo della task force pugliese per l'emergenza Coronavirus, riportando una "comunicazione Jama" che potrebbe rivelare una "inferiore contagiosità" dei bambini. "Una buona notizia", sottolinea l'epidemiologo, sulla quale "attendiamo ulteriori conferme".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scuole sotterranee in Ucraina: a Kharkiv bunker per le lezioni

La madre di Navalny denuncia le autorità russe: "Datemi la salma di mio figlio"

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo