Mascherine cinesi con certificato falso, denunce

Mascherine cinesi con certificato falso, denunce
Guardia di finanza ne sequestra 10 mila nel Torinese
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 07 MAG - La società cinese certificava le mascherine illegalmente. È quanto ha scoperto la Guardia di Finanza Torino al termine di un'operazione che ha portato alla denuncia di tre persone per frode in commercio e al sequestro di 10 mila dispositivi medici. Le indagini, della Tenenza di Bardonecchia e coordinate dalla Procura della Repubblica di Torino, sono iniziate da un primo sequestro nei confronti di un'impresa di articoli sanitari della Val di Susa. Lì i finanzieri hanno scoperto che le mascherine, acquistate in grandi quantità dalla Cina, erano certificate da una società cinese non autorizzata ad apporre i necessari sigilli di garanzia e addirittura inserita in una sorta di black-list. Sono in corso ulteriori indagini per individuare eventuali altri lotti di mascherine sprovviste del marchio CE o introdotte in Italia attraverso certificazioni fasulle. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Le notizie del giorno | 12 aprile - Serale