ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Israele: via libera al governo di unità nazionale, il Parlamento approva

euronews_icons_loading
Israele: via libera al governo di unità nazionale, il Parlamento approva
Diritti d'autore  Ariel Schalit/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la Corte suprema, anche il Parlamento israeliano ha dato il via libera al governo di unità nazionale che vedrà alternarsi sulla poltrona di primo ministro Benjamin Netanyahu e Benny Gantz.

Netanyahu è stato incriminato per corruzione, frode e abuso d'ufficio. Il processo è stato rimandato a causa della pandemia da Covid-19. Alcune organizzazioni si erano dunque rivolte ai giudici contestando la validità legale dell'accordo, che vedrà di nuovo il leader del partito di destra Likud premier per 18 mesi, per poi lasciare il posto al suo ex rivale centrista.

La Corte ha respinto il ricorso, tuttavia ricordando che questa decisione non diminuisce la gravità delle accuse contro Netanyahu.

Giovedì mattina, con 71 voti a favore e 37 contrari, il Parlamento ha approvato il nuovo progetto di esecutivo. I due primi ministri giureranno il 13 maggio, mettendo fine a una lunghissima crisi politica che ha visto tre elezioni senza un vincitore.

La necessità di dare un governo al paese in piena crisi coronavirus, è stata uno dei motivi che ha spinto Gantz ad accettare un accordo con Netanyahu, più volte rifiutato in precedenza. La disoccupazione, prima della pandemia intorno al 3,5%, ha superato il 25%.