ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: non hanno paura di tornare in classe i bimbi danesi che si salutano a gomitate

euronews_icons_loading
Covid-19: non hanno paura di tornare in classe i bimbi danesi che si salutano a gomitate
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

A una settimana dal rientro in classe, in Danimarca, alle materne e alle elementari, euronews è andata a vedere cosa significa fare lezioni dopo l'epidemia.

Per prima cosa abbiamo rilevato che insegnanti e alunni hanno integrato i nuovi gesti: la stretta di mano è roba del passato, le gomitate sono il segno più vicino e caloroso prima di entrare in classe.

Il Paese ha decretato la riapertura delle scuole per il 15 aprile, dopo aver deciso di chiuderle lo scorso 11 marzo. In molti all'ingresso della Frederiksberg Barfod di Copenhagen ci hanno confidato di essere sicuri della scelta fatta dal governo, come questo papà: "Ho fiducia nella scuola e per me la riapertura va bene, ho fiducia che tutto sarà gestito al meglio".

Il rientro riguarda solo i più piccoli, perché alle superiori le lezioni si tengono ancora on line. Le misure di sicurezza restano altissime, i bambini staranno solo con i propri compagni di classe in piccoli gruppi e spenderanno la maggior parte del tempo all'aperto. E le soluzioni igienizzanti sono sempre a portata di mano per disinfettare mani e oggetti.

Thomas Riis, il direttore didattico della scuola precisa che le misure messe in atto sono rigorosissime: "Abbiamo adottato misure severe, come tenere la distanza, lavare le mani ogni due ore e rispettando queste regole cercheremo di andare avanti con il programma scolastico. Siamo ben contenti di essere così reattivi, ci dà un notevole vantaggio; ma tutto procede per il meglio e se continuiamo così non ci saranno problemi".

La Danimarca conta circa 8000 casi , 384 decessi e circa 5000 persone ricoverate.

Numeri elevati per la piccola nazione che è stata tra le prime a chiudere frontiere terrestri e marittime con il resto d'Europa.

Per cui, non tutti i genitori hanno preso a cuor leggero la decisione del governo di richiamare in classe i loro figli.

Sempre in Danimarca, euronews ha contattato un medico nonché genitore di tre bambini, Mustafa Labrouz, medico di famiglia che ritiene giusta la via intrapresa dal governo.

"Non è troppo presto, gli ospedali hanno una buona capacità di risposta, alcune restrizioni dovrebbero essere revocate ma è una priorità riaprire le scuole materne, le scuole, le attività lavorative. Sì sono d'accordo con le decisioni del governo".

La Danimarca è stata la prima della classe in Europa con il suo provvedimento per riaprire le scuole. Adesso bisognerà vedere se non è stata una decisione prematura.