ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Vietato uscire in barca e nuotare

Vietato uscire in barca e nuotare
Richiederebbero uno spostamento non giustificato da seri motivi
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – GENOVA, 18 MAR – Niente uscite in barca, anche in
solitario, o immersioni subacquee o nuotate in tempi di
Coronavirus. Raggiungere la barca o la spiaggia comporterebbe
uno spostamento non giustificato da esigenze di lavoro,
situazioni di necessità o esigenze di salute e quindi violerebbe
il Dpcm, ha spiegato il ministero dei Trasporti ribadendolo
anche a Capitanerie, circoli nautici e porti turistici. Il nodo
non è tanto il veleggiare o il nuotare, che non comporterebbero
contatti che possono propagare il virus. “A livello diportistico
tutte le attività sono vietate perché presuppongono uno
spostamento che non rientra nei tre previsti dal Dpcm e quindi
la violazione comporta l’applicazione dell’articolo 650 del
Codice penale” spiegano alla Capitaneria di porto di Genova.
Diverso se una persona vive in barca o se esce in barca per
lavoro, come ad esempio i pescatori.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.