ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Lezioni canto su Whatsapp per cinesi

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – JESI (ANCONA), 9 MAR – Pianoforte e smartphone sullo
spartito. E’ la lezione di canto lirico ai tempi del
coronavirus, con il soprano napoletano Valeria Esposito che da
casa sua, a Jesi, continua a seguire in videochiamata i suoi
numerosi allievi cinesi costretti, in varie parti d’Italia, ad
un forzato riposo per la chiusura di accademie e conservatori.
“Oggi sono alla terza lezione con Whatsapp, i ragazzi così si
sentono meno soli e possono continuare a fare quello per cui
sono giunti in Italia: studiare canto” racconta il soprano.
All’altro capo del telefono, a intonare “O mio babbino caro” da
Gianni Schicchi di Puccini, c‘è Lin Wei Guo, vive a Pescara, in
Italia ha conseguito due lauree specialistiche in canto e ha
frequentato un corso di formazione a Jesi. Esposito ha
cominciato a studiare il cinese e dà istruzioni in italiano e in
cinese: “feichanghau, feichanghau, legato, legato!”. Centinaia
gli studenti che da tutto il mondo giungono nella patria del
melodramma per perfezionarsi in canto lirico, molti dalla Cina.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.