ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il futuro dell'eolico offshore... è sulla terraferma

euronews_icons_loading
Il futuro dell'eolico offshore... è sulla terraferma
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Sembra un comune generatore eolico marino, ma non lo è. È stato progettato con una tecnologia telescopica, che consente un'installazione più rapida, economica ed efficiente rispetto a quelle normalmente utilizzate. Il prototipo sta già fornendo energia a 5 mila famiglie sull'isola di Gran Canaria, in Spagna.

Dalla terra al mare

Il prototipo, installato a mezz'ora di distanza in barca dal porto principale dell'isola, ha impiegato quasi quattro anni per diventare realtà. Attualmente ha una potenza di 5 megawatt. Ma ciò che lo rende unico è il modo in cui è stato costruito e installato.

Sia la base di cemento sia la torre sono state costruite a terra. La piattaforma è stata poi trainata da normali navi da rimorchio per l'installazione finale a trenta metri di profondità. La base è stata zavorrata con acqua di mare. La torre si dispiega come un telescopio.

Secondo gli sviluppatori i costi d'installazione sono stati così ridotti del 35 per cento rispetto a quelli richiesti dalle normali turbine eoliche, per le quali è necessario assemblare base, torre, turbina e pale direttamente sul posto in cui saranno installate, quindi in mare.

Una torre telescopica per una maggiore stabilità

I progettisti dicono che il sistema può essere facilmente adattato alle turbine più grandi e molto più potenti - fino a 12 megawatt - che stanno per entrare sul mercato. La preoccupazione principale rimane comunque la stabilità, spiega l'ingegnere José Serna, progettista della tecnologia: "La torre eolica rappresenta quasi la situazione peggiore per la stabilità in mare. È molto pesante nella parte alta della struttura, e questo solleva il baricentro rendendo la stabilità difficile. Da qui l'idea della torre telescopica. Riducendo l'altezza della turbina,il baricentro si abbassa e questo garantisce stabilità durante il trasporto e l'installazione".

Un mercato ancora in alto mare

Ora i ricercatori, oltre a lavorare sul miglioramento di alcune configurazioni tecniche, stanno esaminando le opportunità commerciali per il futuro. Le descrive Javier Nieto di Esteyco: "Possiamo creare un parco eolico completo o un sito dimostrativo, passando da un'unità - quella che abbiamo nelle Canarie - a tre o cinque unità come fase intermedia prima di passare a un parco completo di 50-70 unità. Il mercato delle tecnologie offshore avanza lentamente. Si tratta di lavorare sulla fase concettuale per parchi eolici che probabilmente non saranno operativi prima del 2024".