ULTIM'ORA

Sicurezza aerea; crepe sull'ala, Qantas blocca un Boeing 737

Sicurezza aerea; crepe sull'ala, Qantas blocca un Boeing 737
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovi timori e preoccupazioni sulla sicurezza degli aerei 737 della Boeing.
La compagnia aerea australiana Qantas ha deciso di bloccare e portare in manutenzione un suo 737 modello NG, dopo che è stata scoperta una crepa nella struttura delle ali.
Gli altri 32 Boeing di loro proprietà saranno ispezionati entro venerdi.

Commenta la responsabile della sicurezza di Qantas, Debbie Slade:

"È** una parola piuttosto spaventosa, crack! Ma, del resto, ha fatto crack un componente, un componente strutturale, è in realtà una parte molto piccola di quel componente, ma l'integrità strutturale di un aereo è composta da molti componenti...la direttiva di Boeing è che l'aereo non ha bisogno di essere ispezionato e hanno assicurato a Qantas che anche se c'è una crepa in uno di questi componenti, sono sicuri di potere volare**".

Debbie Slade, responsabile sicurezza di Qantas.

Il modello 737 MAX della Boeing è stato bloccato da tempo da molte compagnie dopo due incidenti che hanno provocato 346 vittime in Indonesia (29 ottobre 2018) e in Etiopia (10 marzo 2019).

La causa sarebbe un malfunzionamento del MCAS, un programma software progettato per evitare che l'aeromobile possa precipitare a terra, in particolare in caso di perdita di velocità.

Un moncone del Boeing 737 Max dell'Ethiopian Airlines precipitato in Etiopia il 10 marzo 2019.

Il Presidente di Boeing, Dennis Muilenburg, martedi scorso ha partecipato ad un'udienza al Congresso americano, durata cinque ore. Al termine della quale ha ammesso la sua responsabilità negli incidenti del 737 MAX della Lion Air e dell'Ethiopian Airlines.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.