ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Boeing 737 ancora fatale: precipita il volo Teheran-Kiev

euronews_icons_loading
Boeing 737 ancora fatale: precipita il volo Teheran-Kiev
Diritti d'autore  Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved   -   Ebrahim Noroozi
Dimensioni di testo Aa Aa

TEHERAN (IRAN) - Un Boeing 737 della Ukraine International Airlines è precipitato al suolo poco dopo (6 minuti) il decollo all'aeroporto internazionale di Teheran "Imam-Khomeini", con destinazione Kiev.

L'incidente è avvenuto verso le 6 di mercoledi mattina nei pressi di Shahriar, città a ovest della capitale iraniana.

A bordo c'erano 176 persone, 167 passeggeri e 9 membri dell'equipaggio.
Nessun superstite.

Autorità iraniane e ucraine hanno escluso che l'incidente aereo occorso questa mattina sia stato causato da un attacco terroristico.

Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha cancellato la sua visita ufficiale in Oman e sta tornando a Kiev urgentemente.
"Invito tutti ad astenersi dal fare congetture e avanzare teorie non corroborate", ha dichiarato Zelensky.

La maggior parte delle vittime era di nazionalità iraniana.
Lo ha confermato Irna Qassem Biniaz, un funzionario del Ministero delle Infrastrutture stradali iraniano.

Un motore a fuoco

Sempre secondo il Ministero delle Infrastrutture iraniano, l'aereo è precipitato a causa di un incendio ad un motore.

Le vittime: 82 iraniani, 63 canadesi, 19 svedesi, 4 afgani, 3 tedeschi, 3 inglesi e 11 ucraini (tra cui i 9 membri dell'equipaggio).

Racconta un testimone, Aref Geravand: "Erano circa le 6 quando abbiamo sentito un'esplosione. Stavo andando al lavoro, ma sono tornato indietro ed ero qui alle sei e dieci. Quando sono arrivato, l'aereo e i corpi dei passeggeri erano a pezzi. L'unica cosa che il pilota è riuscito a fare è stato guidare l'aereo verso un campo di calcio qui vicino invece che verso una zona residenziale laggiù. Si è schiantato vicino al campo e ad un canale".

Euronews
Il testimone racconta.Euronews

Solo una fatalità?

Una tragica fatalità coinvolge nuovamente il modello Boeing 737: è il quarto incidente in meno di due anni.

Il 18 maggio 2018 un 737 della compagnia messicana Global Air noleggiato dalla Cubana de Aviacion precipitò dopo la partenza a L'Avana: 112 vittime (e un superstite).

Il 29 ottobre 2018 un 737 Max della Lion Air precipitò in mare poco dopo il decollo da Giacarta, inIndonesia: 189 vittime.

Il 10 marzo 2019, un 737 Max dell'Ethipian Airlines è precipitato vicino a Bishoftu, in Etiopia: 157 vittime.

L'Iran intanto ha fatto sapere che non darà a Boeing le scatole nere. Lo riporta l'agenzia iraniana Mehr a cui lo ha detto il capo dell'aviazione civile iraniana Ali Abedzadeh, senza senza specificare in quale Paese saranno inviate per essere analizzate.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.